In attesa del Palermo con l’obbligo del riscatto

0

Verso la gara con il Palermo. La società: “Stroppa non si tocca, comunque vada”

Ancora lo “Zaccheria”, ancora un’occasione di riscatto. Questa volta però oltre che per l’orgoglio, i punti servono per non sprofondare negli abissi della classifica.

La settimana che porta a questa sfida non è stata semplice per Stroppa e i suoi. Il secondo capitombolo “gemello” del prino solo nel risultato ha fatto suonare più di un campanello d’allarme.
Le analisi sulla difficoltà di approccio alla categoria si sprecano. C’è chi punta il dito sulla società, ed in particolar modo sull’operato dei “protagonisti” del mancato Beppe Di Bari e Giuseppe Colucci.
Chi vede nella squadra un atteggiamento inadeguato al salto di categoria. I più, invece, addebitano a Giovanni Stroppa le responsabilità di una partenza a dir poco imbarazzante. Basti pnesare agli 11 gol già incassati nelle prime tre gare, alle sole tre reti realizzate e al punticino in classifica che spaventa anche i tifosi più ottimisti. Probabilmente la verità sta in tutte queste cose.

Tornando alla partita si sabato pomeriggio, il tecnico rossonero ha già annunciato il ritorno al suo modulo di base. Quel 4-3-3 che tante soddisfazioni gli ha regalato in Legapro. Basterà a mettere le corde i siciliani?Forse no. O comunuque potrebbe non essere sufficiente. Ci vorrà un Foggia diverso sotto l’aspetto agonistico, della concentrazione e dell’orgoglio.
Sull’altra sponda mister Tedino opterà per un giocatore offensivo in più, sacrificando un intenditore. Il 3-5-1-1 proposto contro l’Empoli dovrebbe essere accantonato fin da sabato proprio contro Foggia, dove il tecnico dovrebbe tornare ad un più offensivo 3-4-2-1. Modulo utilizzato fin dal ritiro e a sorpresa accantonato nell’ultima uscita.
Possibile turno di riposo per Mato Jajalo con Aleksandar Trajkovski pronto a tornare titolare. Per il resto conferma in blocco per i restanti dieci uomini compreso il portiere Posavec a cui, nonostante alcune incertezze palesate nell’ultima uscita, verrà confermata la fiducia.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCultura: in arrivo un bando regionale da 100 milioni di euro
Prossimo articoloDaunia Comics 2017: arriva Cristina d’Avena a Foggia!
Laureata in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Foggia con una tesi in Letteratura Teatrale Italiana. Giornalista Pubblicista dal 2012, rappresentante degli studenti dell'Associazione Studentesca Area Nuova all'interno del Consiglio di Dipartimento di Studi Umanistici e all'interno del Consiglio degli Studenti dell'Unifg. Organizzatrice di eventi culturali all'interno dell'Università e responsabile de L'Urlo, periodico di informazione universitaria. Co-founder di Libro Conduttore, blog dedicato alla letteratura e agli eventi ad essa legati.