Al via la mostra di Michele Del Campo, sabato 23 settembre

0

La mostra personale di Del Campo avrà luogo presso il Palazzetto dell’Arte “Andrea Pazienza” di Foggia sabato 23

La mostra sarà inaugurata sabato 23 Settembre, alle ore 18.30, al Palazzetto dell’Arte “Andrea Pazienza” di Foggia, la mostra di pittura di Michele Del Campo intitolata “Way out and Back”, curata da Antonio Scotellaro.

Locandina della mostra

Michele Del Campo espone in Italia per prima volta e lo fa scegliendo la Capitanata, sua terra di origine. A inizio settembre ha condotto per il secondo anno consecutivo una Masterclass Professionale presso l’Istituto di Cultura e Lingue  “Marcelline” di Foggia, nel quale ha insegnato il suo metodo “alla prima”. Nel 2015 Del Campo è stato presente nella collettiva “Capitanata Grand Tour” con due dipinti. Quest’anno l’artista originario di San Nicandro Garganico e attualmente residente a Glasgow (Scozia) si è impegnato in una mostra a Lima (Perù), in diverse committenze private e nell’organizzazione dell’imminente partenza per Miami (Florida), dove si recherà per lavorare con alcune gallerie d’Arte americane, ma non ha voluto mancare l’appuntamento con la mostra foggiana.

L’esposizione, che proseguirà fino al 19 ottobre, è organizzata da Andrea Pacilli Editore e Jam Art Project, con il patrocinio del Comune di Foggia – con l’intervento dell’assessorato alla Cultura e del Polo Museale Civico. È l’evento clou della stagione artistica che fa capo al progetto “Capitanata Grand Tour” e che quest’anno ha ospitato oltre, alla terza edizione della mostra omonima, anche la personale di Viola Gesmundo.

LA PERSONALE RACCOGLIERA’ LE OPERE PIU’ NOTE DELL’ARTISTA

Saranno raccolti alcuni quadri delle serie più famose di Del Campo: da “The Fall”, a “Vjaie de no retorno” alle Linografie e ai disegni, con più di 20 pezzi. Nella personale saranno inseriti anche gli schizzi e i disegni realizzati dall’artista durante le masterclass 2016 e 2017 ospitate presso l’istituto Marcelline.

In occasione della masterclass del mese scorso, non a caso, l’artista ha ricevuto un riconoscimento ufficiale da parte del Comune di San Nicandro Garganico per meriti artistici internazionali. Nell’occasione era presente anche una folta rappresentanza di estimatori ed amici.

DAL CICLISMO ALLA PITTURA, SINO AL RAGGIUNGIMENTO DI PREMI INTERNAZIONALI

Particolare la storia esistenziale di Del Campo. La sua famiglia si è trasferita 22 anni fa da San Nicandro a Monza. Michele era  un promettente ciclista del circuito dilettantistico, doveva passare ai professionisti, ma ad un certo punto ha deciso di spingere su altri “pedali”, verso le sue passioni interiori, più profonde: l’arte e la pittura. Stessa fatica, stessa dedizione, stessa caparbietà e, a distanza di 22 anni, le arti visive sono il suo lavoro e il suo mondo. Un percorso di studio articolato tra Italia, Spagna, Inghilterra che lo ha portato a vincere 15 grandi premi internazionali in tutto il mondo: l’ultimo nel 2016, “Oil Painters of America Award”, all’ARC International Salon Competition negli Stati Uniti.

«L’Italia non è il mio mercatodice l’artistaho qualche galleria ma niente più. Negli ultimi anni ho avuto una crescita esponenziale sia artistica che di mercato. Per molti anni ero considerato un artista spagnolo, in collettive di artisti spagnoli. Il paradosso fu quando, un anno, partecipai in Italia ad una collettiva di artisti ispanici. Sono cose che accadono o, meglio, non dovrebbero accadere. Ho ricevuto anche il più ambito premio per le arti figurative dalla Regina di Spagna. A Valencia e Madrid, mi sono formato artisticamente, anche se ho studiato tra Milano, Madrid e Londra. Ed ora per tre mesi vivrò negli “States” per motivi di lavoro. Venire a Foggia per impegni professionali, a scadenza annuale, per me è un vero privilegio, una cosa davvero inaspettata, che mi riporta indietro a quando, ragazzino, vivevo sul Gargano».