Cerignola, freddato 46enne in zona cimitero

0
Cerignola, freddato 46enne in zona cimitero
Cerignola, freddato 46enne in zona cimitero

Si tratta di Stefano Tango, freddato alle 9:00 di stamattina sotto gli occhi della figlia

L’ennesimo omicidio che scuote la provincia di Foggia. Se con quello di ieri, ai danni del 56enne Vincenzo Longo, il tragico conto dall’inizio dell’anno era arrivato a 13 vittime, ad oggi sono 14 i fatti di sangue che hanno interessato la Capitanata.

Cerignola, freddato 46enne in zona cimitero
Cerignola, freddato 46enne in zona cimitero

Il fatto è accaduto intorno alle 9:00 di stamattina, in via Luogosanto, nei pressi del cimitero di Cerignola.

La vittima è Stefano Tango, soprannominato “Tang Tang”, 46enne noto alle forze dell’ordine per piccoli precedenti per spaccio di droga.

Mentre stazionava vicino ad un bar e sala scommesse alla periferia della cittadina, è stato raggiunto da dei colpi d’arma da fuoco di grosso calibro esplosi da una singola persona che si è data alla fuga a piedi subito dopo.

Se le prime ricostruzioni avevano portato a pensare che la vittima fosse stata colpita in volto, dopo gli accertamenti, si è appurato che il colpo fatale è stato quello che ha leso il polmone del Tango, sparato a brevissima distanza e probabilmente da un fucile, e non una pistola come ipotizzato in principio.

L’omicidio si è consumato sotto gli occhi della figlia del Tango, di sette anni, che aspettava il ritorno del padre in auto.

Le forze dell’ordine stanno visionando i filmati delle telecamere della zona per capire chi possa essere il sicario.

Per ora l’omicidio non è riconducibile alla faida tra clan mafiosi perchè la vittima non era collegata alla criminalità organizzata locale.