Ecco cosa è accaduto questa settimana a Foggia…

0
settimana
Il meglio e il peggio di Foggia, settimana per settimana

Ritorna la rubrica: Cosa è successo nella nostra città questa settimana? Ecco il meglio ed il peggio in Capitanata…

IL MEGLIO

L’arte foggiana è approdata a Venezia. Da ieri e fino al 10 novembre, è possibile vedere, tra i quadri esposti nel celebre palazzo Zenobio, il dipinto “Riflessione”. A partecipare alla cinquantasettesima edizione della Biennale di Venezia con questo dipinto, è l’autodidatta Luisa Andaloro. L’artista della nostra città è originaria di Barcellona Pozzo di Gotto, ma vive a Foggia da quando aveva sei anni. 

Nel corso degli scorsi anni, la Andaloro, che si è laureata presso l’Accademia delle Belle Arti, ha già partecipato a diverse mostre nel territorio dauno.

IL PEGGIO

Questa settimana diverse zone della nostra città sono rimaste senza illuminazione nelle ore notturne, a causa anche delle piogge che hanno colpito la nostra città nello scorso fine settimana. La scarsa illuminazione è sinonimo di possibilità di reati, scarsa sicurezza e vulnerabilità per tutti i cittadini che si trovano in quelle zone di sera. Sicuramente un problema da evitare.

Nello specifico tra le vie più colpite da questo problema vi elenchiamo: via Alpi, via Santoro, piazza A. Moro, via Nardella, Viale Giotto. Tutte vie che rappresentano zone principali e molto abitate della città. Nella maggiorparte di queste però, il problema è stato risolto in maniera molto rapida, grazie anche alle tempestive segnalazioni dei cittadini.

Antonio Sepalone

Ilario Orzo