Ultime notizie
Home » Cronaca » La “guerra del grano duro” in Capitanata

La “guerra del grano duro” in Capitanata

La lotta per la certificazione UE per la pasta “Made in Italy”

La Capitanata, famosa anche per i suoi prodotti cerealicoli, ed in particolare il grano duro, si prepara a continuare una lotta in favore della cerealicoltura italiana. La CIA Agricoltori Italiani, infatti, lo scorso anno ha portato avanti una protesta con una lunga serie di iniziative, prese di posizione, manifestazioni, proteste e proposte. Le preoccupazioni riguardano le incerte certificazioni di provenienza, e i modi in cui il grano che arriva da altri paesi come il Canada (partner commerciale dell’UE) o Kazakistan viene coltivato.

Il direttore Coldiretti ha, infatti, denunciato gli effetti negativi dell’approvazione di un decreto che prevede l’abolizione di dazi per le esportazioni di grano duro dal Canada in Europa. Una conseguenza è stato il crollo dei prezzi del grano prodotto in Puglia che, lo scorso Aprile, ha toccato picchi del 48%. L’Onorevole Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura della Camera, intervenendo alla manifestazione organizzata da Coldiretti nel porto di Bari per protestare ha dichiarato: “Foggia è la sede naturale della Commissione unica nazionale del grano duro e promuoveremo ogni azione utile a che il Ministero delle Politiche Agricole lo riconosca e ce l’assegni“. La protesta, continua, è : contro l’importazione di cereali dall’estero all’inizio della campagna di raccolta, influenzando negativamente la quotazione del grano italiano e aggravando la crisi del comparto. E’ inaccettabile che ciò accada”. L’Onorevole afferma che questa “guerra del grano” si può vincere solo se l’UE deciderà in modo rapido di certificare la pasta Made in Italy, cosi da “ottenere un valore aggiunto per produttori e trasformatori aderenti ai contratti di filiera previsti dal piano cerealicolo”. Secondo l’ Onorevole Mongello, la formazione del prezzo della materia prima deve avvenire con maggiore trasparenza e deve assegnare la giusta attenzione ai cerealicoltori. “E’ di oggi la buona notizia dell’adozione del decreto ministeriale per la costituzione della CUN” – dichiara l’Onorevole- “ ora dobbiamo convincere il ministro ad istituire la Commissione per il grano duro a Foggia, come richiesto dalle organizzazioni agricole e sostenuto dalle rappresentanze istituzionali provinciali e regionali.”  In conclusione l’Onorevole Colomba Mongello afferma che: “La globalizzazione dei consumi e la libera circolazione delle merci devono essere un’opportunità di sviluppo e non la ragione di una guerra tra produttori di cibo. La qualità della materia prima e del prodotto trasformato è l’arma a disposizione della filiera cerealicola italiana per vincere la concorrenza e produrre reddito a vantaggio dell’intero Paese”.

In occasione della manifestazione, il vicepresidente del Consiglio Regionale Giandiego Gatta, annuncia anche un’interrogazione diretta al presidente della Giunta regionale e all’assessore regionale all’Agricoltura. “Si tratta – aggiunge – di una forma di concorrenza sleale alla luce del sole: mentre i nostri agricoltori producono sostenendo costi del lavoro elevati e con una serie di divieti di utilizzo di sostanze chimiche, arriva nel nostro mercato del grano che ‘infetterà’ ulteriormente la situazione. La pasta verrà realizzata con grano estero e spacciata per ‘italiana’, visto che l’obbligo di indicare la provenienza non è stato ancora inserito dall’Unione Europea. Come Puglia rischiamo di veder crollare un comparto strategico e di assistere ad un ulteriore aumento della disoccupazione. Perciò – conclude Gatta – chiedo alla Giunta regionale di scendere decisamente in campo, sollecitando tutti i livelli istituzionali, per sostenere i nostri produttori e difenderli non solo dalla ‘balena canadese’, ma anche per rilanciare il valore della qualità del nostro grano e la sua appetibilità sul mercato”.  

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Teresa Mancini

Check Also

Elena Di Liddo

Elena Di Liddo conquista la medaglia d’argento

La studentessa Elena Di Liddo sale sul podio nella finale di specialità: le congratulazioni dell’Ateneo Elena …