Daunia Comics & Games 2017: il viaggio nel mondo dei nerd

0

Grande successo di pubblico per la terza edizione del Daunia Comics & Games, tra gli incantesimi lanciati dalle voci dei doppiatori Pietro Ubaldi e Mino Caprio e dei cosplayer, gli “Art Attack” di Giovanni Mucciaccia e la magia delle canzoni di Cristina D’Avena

Grande successo di pubblico per il Daunia Comics & Games 2017. Organizzato dall’Associazione Cosplay Foggia con il supporto della Scuola internazionale di Comics di Pescara, la terza edizione del DC&G ha ospitato più di dieci mila visitatori, segno che l’evento sta incominciando a entrare nella mente e nel cuore dei foggiani e non solo.
L’evento foggiano ha aperto le porte della fiera a numerosi appassionati di fumetti, cartoni, videogiochi, cinema e serie tv di successo. All’ingresso numerosi stand catturavano l’attenzione di nerd di ogni età e regione con l’esposizione di modellini 3D, fumetti, citazioni cinefile stampate su t-shirt e tanto altro materiale per veri appassionati.
Anche l’area gaming è stata letteralmente presa d’assalto da tutti gli appassionati di videogiochi, grazie anche alla presenza delle postazioni “retro” che invitavano gli spettatori a tornare indietro nel tempo e riassaporare il gusto dei videogiochi arcade anni ’80. Non sono mancati duelli con spade, esperienze digitali full-immersion e laser game in aree appositamente allestite per intrattenere il pubblico più curioso e, soprattutto, il contest dedicato ai Cosplayer.

Tanti ospiti al Daunia Comics: Giorgia Cosplay, Giovanni Mucciaccia, Violante e Brenno Placido, i doppiatori Pietro Ubaldi e Mino Caprio e il comico Omar Fantini

Ma, ovviamente, la parte del leone l’ha fatto il parterre di ospiti, quest’anno più ricco che mai. Madrina dell’evento è stata anche quest’anno la presentatrice Giorgia Cosplay. Per i sostenitori incalliti del fumetto, sono stati presenti i noti fumettisti Stefano Antonucci, Vincenzo Cucca, Fabrizio Fiorentino e Giampiero Wallnofer; per il cinema, gli attori Violante e Brenno Placido.
Per la televisione, il noto conduttore televisivo Giovanni Muciaccia che con i suoi incredibili Art Attack ha intrattenuto il pubblico dei più piccoli; i doppiatori Pietro Ubaldi (famoso il suo Doraemon e capitan Barbossa) e Mino Caprio (l’immortale voce di Peter Griffin e Ted) che si sono sfidati a colpi di doppiaggio (ma lo sapevate che Mino Caprio ha prestato la sua voce anche a Lupo Alberto!); e il comico Omar Fantini (Zelig, House of Gag). Da segnalare anche l’incursione a sorpresa del “Fico D’India” Max Cavallari.

E poi, ovviamente lei, la Regina delle Sigle: Cristina D’Avena

Ebbene si, la grande attesa era soprattutto per lei, la Regina delle Sigle, Cristina D’Avena, e miglior chiusura di evento non si poteva chiedere. Oltre 2000 spettatori di tutte le età sono stati incantati e rapiti dalla magia delle canzoni interpretate dalla cantante bolognese, per più di un’ora e mezzo di concerto. Da Pollon a Mila & Shiro, da Lady Oscar a Kiss Me Licia, da Piccoli Problemi di Cuore a Rossana, e poi i featuring con il doppiatore Pietro Ubaldi sulle canzoni che ha visto proprio il doppiatore milanese  protagonista, come Tazmania e Doraemon, Cristina D’Avena ci ha insegnato che non è un male, come dicono altri, il cartone animato, anzi è un’espressione artistica che riesce a parlare alla mente e al cuore della gente molto più della realtà stessa…e tornare per un paio d’ore piccoli fa sempre bene.

Pierluigi Mantova

Michele Valenzano