Ultime notizie
Home » Eventi » Carpino Folk Festival: Cominciano i preparativi

Carpino Folk Festival: Cominciano i preparativi

Si da il via ai preparativi di uno dei più famosi ed attesi festival di musica popolare

Cominciano i preparativi per l’atteso Carpino Folk Festival, che da tanti anni, cattura l’attenzione di coloro che vogliono riscoprire le radici culturali del Gargano e dell’Italia in generale anche attraverso la musica. Quest’anno si svolgerà dal 5 al 10 Agosto a Carpino dove, come sempre, ci si potrà divertire ascoltando musica popolare che, attraverso le sue contaminazioni, racconta la storia dei luoghi in cui viviamo.

Gli studi antropologici e di etnomusicologia di Alan Lomax e Diego Carpitella

Tutto cominciò negli anni 50 del 1900 quando il Gargano fu interessato da studi sulle tradizioni musicali, nell’ambito di una ricerca commissionata dalla Columbia World Library and Primitive Music. Lo studio portò alla luce 3000 documenti di cui 53, conservati negli archivi di etnomusicologia di Roma, sono documenti sonori provenienti dai comuni di Sannicandro Garganico, Cagnano Varano, Cerpino e Monte Sant’Angelo. L’antropologo Alan Lomax e l’etnologo ed etnomusicologo Diego Carpitella, riscoprirono anche la Tarantella del Gargano.  Negli anni 60 del secolo scorso Carpitella ed il collega Roberto Leydi organizzarono uno spettacolo di musica popolare e cantori a Milano e, per realizzarlo, si recarono a Carpino per raccogliere i canti tipici del paesino garganico. Dopo questa raccolta il gruppo dei Cantori di Carpino fu invitato a partecipare allo spettacolo tenutosi a Milano “ Sentite buona gente”, riscuotendo un notevole successo.

I Cantori di Carpino: Racconto di un mondo ormai invisibile, ma che vive attraverso la loro musica

Il gruppo che è da sempre stato parte del “Carpino Folk Festival” è quello dei Cantori di Carpino, formato da Andrea Sacco, Gaetano Basanisi, Rocco di Mauro, Antonio di Cosimo e Angela Gentile, a quali, con il tempo si aggiunsero Antonio Piccininno e Antonio Maccarone. Le loro canzoni sono veri e propri racconti che ci narrano la vita della gente che un tempo abitava il Gargano, basata su lavoro e semplicità. I protagonisti di tali racconti sono pescatori, contadini, cavamonti, pastori che sembrano provenire da un mondo lontano, simile a quello delle fiabe, reso invisibile dal boom economico che caratterizzò l’Italia a partire dagli anni ’50. I Cantori di Carpino, conosciuti per la prima volta dal resto di Italia con lo spettacolo “Sentite buona gente”, oggi hanno completato il passaggio dalla dimensione provinciale a quella nazionale. Tanti artisti come Eugenio Bennato, Renzo Arbore e Teresa De Sio si sono appassionati alla musica carpinese. Teresa De Sio e Giovanni Lindo Ferretti sono stati gli artefici del musical folk “Craj”, che poi è diventato un film. Oggi i Cantori sono diventati un vero e proprio mito per i cultori di musica etnica.

Alla morte di Andrea Sacco e di Antonio Maccarone, Antonio Piccininno (morto nel 2016 a 100 anni) è stato il custode di questo immenso patrimonio, riuscendo a tramandarlo e a metterlo per iscritto prima che potesse essere cancellato dal tempo e dalla modernità. Dopo la morte di Piccininno, i Cantori di Carpino oggi sono composti da: Nicola Gentile (tamorra e voce), Rocco Di Lorenzo (chitarra battente e voce), Gennaro Di Lella (chitarra acustica), Rosa Menonna (castagnole) e Antonio Rignanese (chitarra battente). Il Carpino Folk Festival è l’occasione giusta per addentrarsi in un mondo scandito principalmente dai ritmi della natura, lontano dalla frenesia della modernità. Attraverso la musica popolare  si può scoprire quanto essa, oltre ad essere locale, sia anche internazionale poiché frutto di incontri tra i popoli.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Teresa Mancini

Check Also

Raf in concerto a Foggia il 14 agosto

In occasione degli eventi “Orgogliosi della nostra terra 2017” targati “La Prima”, il gran finale …