Faragola: tre giorni di eventi per il futuro del sito

0
Faragola: tre giorni di eventi per il futuro del sito
Faragola: tre giorni di eventi per il futuro del sito

Faragola, dopo l’incendio del mese scorso, continua a vivere

A distanza di un mese dai tragici eventi che hanno causato, nella notte tra il 6 e il 7 settembre, danni gravosi alla villa tardoantica di Faragola, a pochi chilometri dal centro urbano di Ascoli Satriano; si da inizio, nei giorni 5, 6 e 7 ottobre, a varie iniziative.

Faragola: tre giorni di eventi per il futuro del sito
Faragola: tre giorni di eventi per il futuro del sito

Una tre giorni per riflettere su quanto successo e, contemporaneamente, favorire l’inizio di una nuova fase. Pensare, quindi, al futuro di Faragola, senza lasciarsi scoraggiare dall’incendio.

A sostegno dell’iniziativa ci sono: il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, per il tramite del Segretariato Regionale e della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province BAT e Foggia, la Regione Puglia, il Comune di Ascoli, l’Università di Foggia, la Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, con il sostegno e supporto della Fondazione Apulia felix onlus e del progetto di ricerca ”Archeologia al Futuro”.

Giovedì 5 ottobre, dalle 17,30, presso l’Auditorium del Polo Museale di Ascoli Satriano interverrannoSimonetta Bonomi (Soprintendente ABAP per le provincie BAT-Foggia), Loredana Capone (Assessore regionale all’Industria turistica e culturale), Massimo Mariani(Prefetto di Foggia), Aldo Patruno (Direttore regionale del Dipartimento turismo, economia della cultura e della valorizzazione territoriale), mons. Luigi Renna (Vescovo di Cerignola-Ascoli), Maurizio Ricci(Rettore dell’Università degli Studi di Foggia), Vincenzo Sarcone (Sindaco di Ascoli Satriano), Maria Turchiano (Università di Foggia- condirettrice degli scavi di Faragola), Eugenia Vantaggiato (segretario Regionale MIBACT per la Puglia), Giuliano Volpe (Università degli Studi di Foggia, condirettore degli scavi di Faragola, Presidente del Consiglio superiore BCP del MIBACT).

A termine degli interventi degli esperti, verrà proiettato il documentario “Faragola Siamo Noi” di Antonio Fortarezza, prodotto da Apulia felix, e si proseguirà con uno spazio musicale offerto dal Coro “Lanza-Perugini” diretto dal maestro Giulia Panettieri.

La Fondazione Apulia felix, per sensibilizzare e far rinascere il sito, ha inaugurato una raccolta fondi

Il 6 e 7 ottobre, dalle 10,00 alle 13,00, il cantiere degli scavi archeologici di Faragola, sarà riaperto per permettere visite guidate tenute da archeologi che hanno partecipato agli scavi.

Il sito potrà essere fruito, nonostante i danni subiti, grazie ad una piccola mostra e a schermi con immagini degli scavi.

Sabato 7 ottobre, in particolare, si svolgerà sul sito un’iniziativa con la partecipazione di archeologi, restauratori, studenti, rappresentanti di associazioni, ordini professionali, fondazioni e cittadini per parlare del futuro di Faragola.

Il maestro Francesco Mastromatteo, violoncellista, e la “Piccola Compagnia Impertinente” offriranno, per l’occasione, un contributo artistico. Gli interventi saranno coordinati dal giornalista Enrico Ciccarelli.

La Fondazione Apulia felix, per sensibilizzare e far rinascere il sito, ha inaugurato una raccolta fondi che sta ricevendo l’adesione di studiosi (anche stranieri), cittadini, associazioni, imprese, professionisti e spicca la società Foggia Calcio che intende organizzare numerose attività a favore di Faragola.

È possibile dare un proprio contributo con un bonifico sul conto corrente della Fondazione Apulia Felix (IBAN: IT84I0335901600100000066451, causale: Contributo per Faragola) oppure utilizzando la piattaforma Meridonare.