Manfredonia: in arrivo il 1° Palio delle Contrade delle Torri di Re Manfredi

0
La locandina dell'evento

Quattro giorni, a luglio, permetteranno di rivivere il fascino del Medioevo, grazie all’Agenzia del Turismo di Manfredonia

 Le luci della storia illuminano le notti d’estate di Manfredonia che il 20,21,22 e 30 luglio si appresta a vivere i fasti del “Gran Torneo del 1° Palio delle Contrade delle Torri di Re Manfredi”.  Quattro giornate ed undici originali e spettacolari prove per decretare la Contrada vincitrice tra “Torre dell’Astrologo”, “Torri San Francesco\De Angelis”, “Torre Santa Maria”, “Torre del Fico” , ognuna rappresentante una zona della città ed avente il proprio gonfalone.

Giunge così al culmine il primo anno di attività del progetto del “Palio di Manfredonia” che l’Agenzia del Turismo – elaborando una brillante proposta di Franco ed Antonio Barbone – ha sostenuto e promosso in diversi step: i Mercatini di Natale a tema medievale nella suggestiva location del Fossato del Castello e “Le Giornate della Storia” con il Corteo storico e la rievocazione dello Fondazione della città per volere di Re Manfredi, figlio di Federico II. Eventi dal forte impatto, che hanno l’obiettivo di approfondire la conoscenza storico-culturale del territorio e promuoverne la valorizzazione, e che stanno coinvolgendo ed appassionando un numero sempre più alto di cittadini, sopratutto giovani e famiglie.

Con il “Gran Torneo”  fanciulli e fanciulle, dame e cavalieri (in costumi d’epoca) appartenenti alle quattro Contrade cittadine si contenderanno la vittoria finale sfidandosi in prove di forza, di precisione, d’astuzia e d’intelligenza nell’arena dello “Stadio Miramare” (dalle ore 19 nei giorni 21 e 22): Tiro alla fune, Torneo dei Cavalieri, Anelli sulla Torre, Corsa con i Sacchi, Gioco delle Torri, Balletti Medievali, Tiro con l’Arco, Albero dei Cesti, Tiro con Ascia, Lancio del Giavellotto, Danze Saracene.

Quattro giornate, un programma intenso, un susseguirsi serrato di eventi spettacoli, giochi, tornei, rappresentazioni teatrali che inizieranno giovedì 20 con il Grande Corteo storico attraverso le vie della Città (più di 300 i figuranti) e si concluderanno domenica 30 luglio con la proclamazione al Castello (con apertura notturna straordinaria, per il concomitante programma di valorizzazione del Polo ) della Contrada vincitrice e la Cena di Gala medievale.

“È il progetto del Palio, che prende soffio vitale dal sogno di un manipolo di appassionati e si materializza sulle strade della nostra città, i quartieri si fanno contrade e, dopo i Mercatini medievali nel Fossato del Castello e la rievocazione della Fondazione, si apprestano a sfidarsi nelle prove di luglio – dichiara Saverio Mazzone, Amministratore Unico dell’Agenzia del Turismo -. È dunque il Palio che si fa evento per i visitatori, nel tentativo di fare del nostro territorio una tappa dei tanti più o meno Grand Tour che si tracciano e ritracciano sulle mappe di Google, su vie fatte di bellezze naturali, artistiche, storiche ed entertainment. È il Palio che si fa, al contempo, pietra miliare per i cittadini nelle politiche culturali di Manfredonia, sulla via della riappropriazione della memoria e del consolidamento della nostra identità. Perché una città senza memoria è una città perduta, una città che non ricorda non ha nulla da raccontare. Perché anche in questi giorni duri, le nuvole all’orizzonte e tribù di sciamani divise tra chi le richiama a gran voce e chi si sforza di scacciarle, mi piace pensare che il gioco del ritorno al Medioevo annunci finalmente l’alba del nostro piccolo, invincibile, Rinascimento”.

 Per il sindaco Angelo Riccardi: “Occorre guardare con attenzione alle tradizioni ed a quella identità che resta custodita, a volte addirittura nascosta, nei vicoli, nelle chiese, nella case e nella memoria collettiva. Far riemergere, in tutta la sua originalità, l’identità storica, quella civile e quella religiosa, deve essere considerato obiettivo strategico e prioritario, perché indispensabile al riposizionamento complessivo dell’offerta e delle potenzialità turistiche del nostro territorio. L’identità, la nostra identità, deve essere riscoperta, rivissuta, offerta all’ospite. E in questa missione – conclude Riccardi -, che non è impossibile, e che si muove in coerenza con le dinamiche del turismo culturale e del marketing territoriale, l’Amministrazione Comunale continua ad essere fortemente impegnata. rivivere le nostre tradizioni e la nostra storia serva anche a rinsaldare il senso di appartenenza che contraddistingue le comunità coese”.

“È con orgoglio che dobbiamo sentirci cittadini di Manfredonia – evidenzia Franco Barbone, Vice Presidente del Consiglio del Palio -. Ci auguriamo che l’impegno profuso sia gradito a tutti ed invitiamo a partecipare a questo grande appuntamento con grande letizia. Un evento che, ancora una volta, crea un’occasione in più per ammirare Manfredonia, i suoi monumenti,

la sua storia e la sua gente”.

 

Il Programma completo

 

Giovedì 20 luglio 2017: 1°giornata di gara

IL CORTEO STORICO

Ogni Contrada presenterà il proprio Corteo sfoggiando gli abiti tipici del periodo medievale, sotto il controllo critico ed attento di giudici preposti che assegneranno i relativi punteggi.

 

Ore 19:00 partenza dal Molo di Ponente.

Percorso:VialeKennedy, CorsoManfredi, ViadelPorto(giàviaStella), VialeMiramare; arrivo allo Stadio Comunale “Miramare” con carosello all’interno.

Ore 20:30 Il teatro dell’Aria: Aria-Uomini-Falchi: L’Arte della Falconeria.

Ore 21:00Grandespettacolo diTamburi,chiarine e sbandieratori.

Ritmi ed evoluzioni per una magica serata.

Ore 21:30 Re Manfredi, Manfredonia e la Campana.

Rappresentazione teatrale a cura del prof. Vittorio Tricarico

Venerdì 21 luglio 2017: 2° giornata di gare

STADIO COMUNALE”MIRAMARE”

con inizio alle ore 19:00

 

Tiro alla fune a quattro Contrade

Le Quattro Contrade delle Torri si sfideranno, simultaneamente, al “Tiro alla fune a quattro contrade”. Davanti ai lati di un tavolo quadrato, le quattro squadre, composte da 5/6 giocatori, cercheranno, tutti contro tutti, di far cadere la ruota con il simbolo della “Torre”, dal proprio lato del tavolo al fine di aggiudicarsi la vittoria.

 

Torneo dei Cavalieri

Il torneo sarà una dimostrazione delle capacità dei partecipanti nel cimentarsi a singolar tenzone in duello cortese. Le Quattro Contrade delle Torri si sfideranno onde dimostrare la propria preparazione e correttezza delle rispettive tecniche contro avversarinon facenti parte della propria Contrada.

 

Anelli sulla Torre

Al centro dei partecipanti sarà posizionata un elemento a base quadrata, raffigurante una torre con gli stemmi delle Contrade posti sui quattro lati. Da questo elemento a base quadrata svetterà un’asta sulla quale i concorrenti lanceranno degli anelli, vince chi inanella più cerchi.

 

Corsa con i Sacchi

La corsa nei sacchi è un particolare tipo di corsa dove i partecipanti devono avanzare con legambe infilate,e spesso legate,all’internodi un sacco, procedendo quindi con dei saltelli. Vince chi attraversa per primo il traguardo.

 

 

Sabato 22 luglio 2017: 3° giornata di gare

STADIO COMUNALE”MIRAMARE”

con inizio alle ore 19:00

Gioco delle Torri

Si svolge come il classico gioco dell’Oca. Il tabellone è formato da caselle quadrate le quali raffigurano luoghi e personaggi storici della nostra amata Manfredonia. Il percorso comprende alcune caselle definite “speciali” che sono abbinate a premi o penalità. Scopo del gioco è raggiungere per primi l a casella finale del tabellone, la56,in modo esatto.

 

Balletti Medievali

Ogni Contrada presenterà il proprio balletto con passi di danza e musica di chiara ispirazione medievale, una contrada per volta. Le Contrade presenteranno un solo balletto. Ogni rappresentazione avrà la durata massima di minuti 5.

 

Tiro con l’Arco

Deve essere utilizzato un arco monolitico,non deve avere appoggi, segni e stabilizzatori che possono essere utilizzati per facilitare il tiro. Alla fine della gara nel caso in cui due o più taratori abbiano ottenuto lo stesso punteggio saranno effettuati tiri ad oltranza con una sola freccia, finchè un arciere non riporterà un punteggio superiore.

 

Albero dei Cesti

Lo scopo del gioco è riempire di fronde un immaginario albero lanciando fettucce in appositi contenitori. Le fettucce vogliono rappresentare l’abbondanza. Vince la Contrada che farà il maggior numero di punti.

 

Tiro con Ascia

Ogni Contrada dispone di n.3 tiratori e con n.4 lanci ognuno a disposizione. La distanza dal bersaglio del diametro di un metro è di 8 metri.

 

Lancio del Giavellotto

Ogni Contrada dispone di n.3 tiratori e con n.4 lanci ognuno a disposizione. La distanza dal bersaglio del diametro di un metro è di 10metri

 

Danze Saracene

Ogni Contrada presenterà la propria danza saracena con coreografie e musiche di chiara ispirazione saraceno-medievale, una contrada per volta. Le Contrade presenteranno una sola coreografia. Puro spettacolo,da non perdere.

 

 

 

Domenica 30 luglio 2017: CASTELLO (Ingresso Corso Manfredi)

 

Dalle ore 19:00: Nella Piazza d’Armi proclamazione e Corteo Storico della Contrada vincitrice – apertura straordinaria del Castello dalle 20 alle 23 con esposizione di armature

 

A seguire: Cena e Premiazione della Contrada Vincitrice

(prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento posti, info 340.0083916)