Accoltellato per aver chiesto di abbassare il volume

0
accoltellato

Accoltellato al CARA di borgo mezzanone un ivoriano, disposto lo stato di fermo per Amadin Osas

“La sezione “criminalità diffusa, straniera e prostituzione” e la sezione “reati contro i minori” nella scorsa notte hanno effettuato un fermo di polizia nei confronti di  Amadin Osas, indiziato di tentato omicidio nei confronti di un cittadino della Costa Avorio, l’episodio era accaduto  Mercoledi 13 aprile, al C.A.R.A. di Borgo Mezzanone.

accoltellatoLa notte del 13 infatti Amadin aveva accoltellato un cittadino della Costa D’avorio, provocandogli un ferita al fianco di ben 65×30 cm. L’ivoriano è stato subito traspostato in ospedale dopo il tempestivo intervento del 118. Inizialmente Amadin, appena scoperto dalla polizia, aveva dichiarato alle forze dell’ordine delle false generalità, dichiarando di chiamarsi Rolando Osabo.

Pare che alla luce di questo grave gesto ci fossero dei motivi molto futili, il giovane ivoriano accoltellato aveva infatti chiesto agli altri ospiti del CARA presenti in cucina di abbassare il volume della musica. La richiesta oltre a non essere stata accolta, aveva provocato gli sfottò nei confronti del ragazzo, sfottò che Amadin Osas ha fatto poi degenerare in pugni e poi in una violenta coltellata.

Oggi la polizia ha deciso di porre in stato di fermo il nigeriano colpevole della violenta coltellata, visto anche il pericolo di fuga che poteva seguire lasciando libero Amadin Osas.