Addio al prof. Raffaele Licinio, tra i più grandi esperti di Federico II



0
Il prof. Raffaele Licinio

Il prof. Raffaele Licinio, ordinario di Storia medievale, ha insegnato all’Università di Foggia e all’Università di Bari

Il prof. Raffaele Licinio è scomparso oggi, domenica 4 febbraio, all’età di 73 anni, dopo essere stato ricoverato in ospedale. Medievalista e studioso di Federico II e di Castel del Monte, ha ricoperto il ruolo di professore ordinario di Storia medievale nella facoltà di Lettere e filosofia dell’Università degli Studi di Bari, insegnando la stessa disciplina, dal 2001 al 2007, anche presso la facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Foggia.

Il prof. Raffaele Licinio

Critico verso le interpretazioni esoteriche fiorite nel corso degli anni intorno alla figura di Federico II e alla sua celebre fortezza (scrisse, tra l’altro, un Prontuario contro gli stereotipi e le interpretazioni fanta-esoteriche su Castello del Monte), Licinio ha incentrato la sua attività scientifica sui “rapporti  tra  strutture  sociali  e produttive,  assetto  del  territorio  e  realtà  istituzionali  all’interno  del  Mezzogiorno bassomedievale, con particolare attenzione verso gli ambiti territoriali pugliesi.

Attraverso l’analisi  della  società,  dell’economia  e  dei  quadri  politico-istituzionali,  senza  trascurare  il ruolo  e  la  specificità  dei  dati  giuridici  e  normativi”, Licinio ha colto “le  funzioni  e  le norme, le continuità e i mutamenti, le dinamiche e le contraddizioni che soprattutto nei secoli XI-XV hanno contraddistinto la storia della Puglia e dell’Italia meridionale“.

Direttore da novembre 2002 del Centro di Studi normanno-svevi dell’Università di Bari e direttore dei Corsi di Perfezionamento in Storia del Mezzogiorno medievale e Cinema e Storia della stessa Università, Licinio fondò e diresse tra 1995 e 1998 anche la «Scuola-Laboratorio di Medievistica» di Troia.

Tra le sue numerose pubblicazioni segnaliamo: Il naso del templare. Sei saggi storici su templari, corsari, viaggiatori, mastri massari e monstra medievali (coautore col grande Franco Cardini); Castelli medievali. Puglia e Basilicata: dai normanni a Federico II e Carlo I d’Angiò; Uomini e terre nella Puglia medievale. Dagli Svevi agli Aragonesi.

Lunedì 5 febbraio, presso l’Auditorium Santa Chiara di Foggia, sarà allestita la camera ardente (ingresso: 15.30), per un ultimo saluto.

Leggi anche