Gli originali archi dell’Alkemia Quartet in concerto



0
La locandina del concerto

Quattro musicisti pugliesi per un quartetto innovativo, l’Alkemia Quartet

Il Festival dei Monti Dauni presenta al pubblico foggiano l’atteso concerto dell’Alkemia Quartet, che si terrà  oggi, martedì 13 dicembre, presso l’Auditorium Santa Chiara, alle 21.00 (ingresso ore 20.30). “Unconventional Strings”, questo il titolo del concerto,  è un concerto per quartetto d’archi che, partendo dalla musica “scritta” di Giovanni Sollima, passando per le partiture di Danny Seidenberg rese celebri dal Turtle Island String Quartet e gli arrangiamenti di noti standard di David Balakrishnan, si arricchisce di follia improvvisativa, fino all’originale arrangiamento di Leo Gadaleta di un celeberrimo pezzo di Miles Davis.

I musicisti dell'Alkemia Quartet
I musicisti dell’Alkemia Quartet

Sul palco quattro talentuosi ed eclettici musicisti pugliesi che hanno deciso di unire le loro storie musicali e personali in questo “alchemico” quartetto.

Gli esordi

L’idea di un quartetto non classico nasce alla fine del 2014, dagli intenti di Marcello De Francesco (violino) e Alfonso Mastrapasqua (viola).

Nel 2015 quell’idea, scaturita in seguito ai concerti pugliesi della primavera del 2014 dello statunitense Jeremy Cohen (primo violino del Quartet San Francisco), prende corpo grazie all’adesione al progetto di Leo Gadaleta (violino) e Giovanni Astorino (violoncello). La fusione di esperienze musicali assai diverse dei componenti, dall’ambito classico al jazz, dalle colonne sonore al pop, dal blues al rock, unitamente al loro immediato affiatamento, ha fatto sì che il nome Alkèmia sintetizzasse la natura e lo spirito di questo quartetto d’archi.

A maggio del 2016 è la volta dei primi elettrizzanti concerti con Jeremy Cohen (grande successo proprio a Foggia, per la prima al Teatro “Giordano”) e in estate danno il via a una collaborazione con il fisarmonicista pugliese Vince Abbracciante. Attualmente l’Alkemia Quartet è impegnato nella registrazione di un altro lavoro discografico: l’integrale delle musiche per quartetto d’archi di Giovanni Sollima, compositore che per natura ed estetica ispira i quattro musicisti, insieme ai grandi nomi del jazz e ai grandi compositori.

La winter edition del Festival dei Monti Dauni, con la direzione artistica di Mara De Mutiis, torna venerdì 16, sempre presso l’Auditorium di Santa Chiara del capoluogo dauno, per un prestigioso concerto dello Small Ensemble dal titolo “Leggero”, con l’accordeon di Luciano Biondini, la chitarra di Antonio Tosques e il basso di Pierluigi Balducci. I biglietti, al costo di 10 euro, sono disponibili il giorno del concerto presso i botteghini dell’Auditorium oppure è possibile prenotare il proprio posto inviando una mail a festivalmontidauni@gmail.com , indicando nome e cognome, numero posti da riservare e un contatto telefonico.

 

Leggi anche