Box Office: irrefrenabile La Bella e la Bestia. Stasera i David di Donatello!

0

Altri 3.400 foggiani sono stati affascinati dalla pellicola Disney. Crisi d’incassi per i film italiani: Non è un paese per giovani è secondo ma solo 519 spettatori. Non pervenuto Slam – Tutto per una ragazza. Stasera su TV8, ore 21:15, i David di Donatello

Quasi 700 milioni di dollari worldwide, 317 solo negli USA, 14 milioni di euro in Italia. Non si arresta il successo de La Bella e la Bestia in tutto il mondo, riuscendo anche ad addomesticare l’arrivo di nuovi titoli, tutto sommato, forti (come Power Rangers e Life negli USA) che non hanno per nulla impensierito il blockbuster targato Disney. Il muro del miliardo di dollari è ad un passo.

Anche Foggia continua a rimanere affascinata dall’incantesimo lanciato dal film diretto da Bill Condon e così altri 3.400 spettatori sono corsi al multisala Città del Cinema a vedere Emma Watson e Dan Stevens, protagonisti de La Bella e la Bestia, perdendo solo il 30% circa di pubblico rispetto allo scorso weekend.

Crisi d’incassi per il cinema italiano. Non è un paese per giovani solo 520 mila euro nel primo WE italiano. Slam – Tutto per una ragazza 151 mila euro in 210 sale.

Ma mentre la Disney può ritenersi soddisfatta dei risultati di queste ultime settimane di Box Office, gli altri distributori purtroppo non possono esserlo altrettanto. Soprattutto i film italiani che stanno vivendo, da due mesi, una vera e propria crisi  d’incassi. Dopo i 10 milioni l’uno raccolti da Alessandro “Mister Felicità” Siani e da Ficarra e Picone, nessun altro film italiano è riuscito a raggiungere i loro risultati. I più redditizi, a stento, sono riusciti a superare i 3.5 milioni di euro (Smetto Quando Voglio – Masterclass e Beata Ignoranza), tutti gli altri non riescono nemmeno a raggiungere il milione di euro (l’ultimo film di Maccio Capatonda e Questione di Karma con De Luigi e Germano i flop più clamorosi).

E così anche due film dal buon potenziale come Non è un paese per giovani del regista toscano Giovanni Veronesi e Slam – Tutto per una ragazza di Andrea Molaioli (film tratto da un romanzo dello scrittore inglese Nick Hornby) hanno portato a casa risultati imbarazzanti: 520 mila euro il primo (distribuito in 300 sale) e solo 151 mila il secondo (distribuito in 210 sale). A Foggia il film di Veronesi ha portato in sala 519 spettatori, nemmeno 120 spettatori per il film di Molaioli. Il pubblico italiano ha definitivamente perso la fiducia nei confronti del nostro cinema, anche nei confronti di attori e autori “rassicuranti”.

La TOP 10 BOX OFFICE completa del WE appena trascorso (23-26 marzo):

  1. LA BELLA E LA BESTIA – 3.436 spettatori
  2. NON E’ UN PAESE PER GIOVANI – 519
  3. JOHN WICK 2 – 453
  4. LIFE – 449
  5. THE RING 3 – 422
  6. GOMORROIDE – 341
  7. KONG: SKULL ISLAND – 326
  8. LA CURA DEL BENESSERE – 310
  9. ELLE – 287
  10. IL DIRITTO DI CONTARE – 119

Stasera in diretta su TV8, ore 21:15, David di Donatello, gli “Oscar” del Cinema Italiano.

Rimanendo a tema “cinema italiano”, stasera sul canale generalista TV8, alle ore 21:15, andrà in onda la 61^ edizione dei David di Donatello, la seconda targata Sky, che l’anno scorso l’ha letteralmente rivitalizzato, dopo anni di “coma vigile”, riuscendo nell’impresa di realizzare un format ispirato ai grandi show internazionali. Un evento che, si spera, sproni il pubblico italiano ad apprezzare il nostro cinema e, perché no, scoprire produzioni interessanti, intriganti e rischiose (come Lo Chiamavano Jeeg Robot e Perfetti Sconosciuti l’anno scorso) rispetto allo standard cinematografico che si è imposto negli ultimi anni.

Alla conduzione Alessandro Cattelan, tantissimi gli ospiti che saliranno sul palco dei David e avranno l’onore di annunciare i vincitori: Claudio Amendola, Manuel Agnelli, Luca Argentero,  Maccio Capatonda, Gabriele Mainetti, Gabriele Muccino, Claudio Santamaria, Carlo Verdone e tanti altri.

Tra i film candidati, spiccano le 17 candidature per Indivisibili di Edoardo De Angelis e La Pazza Gioia di Paolo Virzì e le 16 candidature di Veloce come il Vento di Matteo Rovere. Nella categoria Miglior Film, spiccano anche l’ultima opera di Marco Bellocchio, Fai Bei Sogni e Fiore di Claudio Giovannesi.

Non perdetevi questa importante e bellissima serata. Viva il Cinema Italiano, quello di qualità ovviamente.