Campionati Nazionali Universali: al via l’edizione 2015, presente anche il Cus Foggia

0

Inizia oggi l’avventura degli atleti del Cus Foggia impegnati ai CNU in programma a Salsomaggiore Terme fino al 24 maggio

Ventitré discipline, duecento gare in dieci giorni, oltre quattromila presenze previste tra atleti, tecnici ed accompagnatori.
Numeri da record per la 69^ edizione dei Campionati Nazionali Universitari.

Indetti dal Cusi, con il coinvolgimento dell’Università di Parma e l’organizzazione affidata al Cus Parma, i CNU tornano dopo vent’anni nel Comune di Salsomaggiore Terme, sede gradita a tutti per la ricettività alberghiera e per la qualità del territorio.

La città termale evoca benessere, salute e bellezza, valori che rientrano nel percorso “Camminare Insieme”, progetto voluto dal Centro Universitario Sportivo Italiano – in collaborazione con CRUI Conferenza dei Rettori delle Università Italiane – che ha l’obiettivo di affermare un nuovo modello della cultura sportiva.

Da Mennea alla Vezzali, le più belle pagine dei CNU

La storia dei Campionati Nazionali Universitari è fatta di grandi nomi e bellissime imprese.
I CNU rappresentano il primo importante esempio dell’impatto che lo sport universitario ha sulla società italiana. Guardando al passato agonistico, il segno è stato lasciato dalle medaglie vinte da grandi campioni come Livio Berruti, Pietro Mennea e Sara Simeoni per proseguire nel passato più recente con Yuri Chechi e Valentina Vezzali.
Un segno importante che ha permesso allo sport universitario di scrivere pagine indimenticabili.

La forza dello sport universitario

Il Movimento sportivo universitario conferma il suo ruolo trainante nella pratica sportiva .
Ad oggi il Cusi conta 135.535 tesserati, mentre il coinvolgimento, tra tornei interfacoltà e attività promozionali, arriva a 279.740 praticanti. Questo patrimonio, in un paese dove gli spazi per praticare attività sportiva sono sempre carenti, nasce e si sviluppa tra le strutture dei 652 impianti sportivi universitari, di cui 425 sono di proprietà.

LE NOVITA’ DEL 2015.

Tante le novità previste, a partire dalla Finale di Salto con l’asta che per la prima volta si disputerà nella piazza centrale di Salsomaggiore Terme. Allestiti inoltre un Cusi Point, punto di aggregazione con area lounge, un desk di accoglienza, un media center ed un palco che ospiterà alcuni momenti pubblici e celebrativi.
Tra gli eventi più attesi la cerimonia inaugurale di sabato 16 e la grande festa a Salsomaggiore prevista martedì 19.

Laurea honoris causa a Vittorio Adorni

Il 18 maggio Vittorio Adorni, campione del mondo di ciclismo nel 1968, riceverà la laurea magistrale honoris causa in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive ed adattate dell’Università di Parma. Un riconoscimento per gli eccellenti risultati sportivi raggiunti ma anche per l’impegno mostrato da Adorni nel suo ruolo di educatore, studioso e amministratore pubblico nel mondo dello sport.

LA SQUADRA DEL CUS FOGGIA

Ai nastri partenza il Cus Foggia si presenta con una squadra formata da 29 atleti suddivisi in otto diverse discipline.
Si riparte dalle dieci medaglie (2 oro, 5 argento, 3 bronzo) conquistate dodici mesi fa ai CNU di Milano. L’obiettivo è quello di incrementare il medagliere, così come augurato dal Rettore dell’Università di Foggia, Maurizio Ricci, agli atleti del Cus Foggia ricevuti a Palazzo Ateneo alla vigilia della partenza per Salsomaggiore. Fanno parte della spedizione foggiana anche i tecnici Alessia Maccione, Antonella Napoletano, Antonio Bozza,Raffaele Toscano e Francesco Morlino.

AMORESE: “CNU GRANDE MOMENTO DI SPORT E CONDIVISIONE”

“Partiamo fiduciosi di poter confermare i risultati degli anni precedenti” commenta il presidente del Cus Foggia, Claudio Amorese, alla viglia della partenza per Salsomaggiore Terme. “Abbiamo un buon gruppo di atleti che potranno dire la loro e che contiamo di coltivare trasmettendo l’importanza della doppia carriera studente-atleta.
I CNU rappresentano un momento significativo di confronto e di competizione ma anche di amicizia e gemellaggio tra tutti i CUS all’insegna dello sport e della condivisione. Cercheremo – conclude Amoresedi rappresentare al meglio la nostra Università soprattutto esaltando i valori culturali dello sport, unendo la voglia di ben figurare al Fair-Play.”

In foto gli atleti del Cus Foggia con il Rettore dell’Unifg Maurizio Ricci.