Il club dei lettori della libreria Kublai: cultura e condivisione in un ambiente soft

0

Inaugurazione del “club dei lettori” alla libreria Kublai, libri, cibi e incontri… Quando la passione della lettura diviene condivisione

Si è costituito ieri, 12 Ottobre, il club dei lettori alla libreria di Lucera Kublai, un gruppo eterogeneo di appassionati lettori, uniti dall’amore per la lettura, un’esperienza che va ad aggiungere  un tassello importante alla già ricca ed entusiasmante proposta sociale che la libreria indipendente vuole offrire.

Il club dei lettori della libreria Kublai: cultura e condivisione in un ambiente soft
Il club dei lettori della libreria Kublai: cultura e condivisione in un ambiente soft

Una proposta che è stata accolta con grande entusiasmo da quanti amano la lettura e lo spirito della condivisione di impressioni, suggestioni, analisi dei libri letti.

La serata di ieri ha visto la presentazione del progetto ai presenti, la libera scelta di proporre un libro da leggere individualmente su di una proposta di 4 diversi libri tra cui: “Il silenzio del lottatore” di Rossella Milone; “Carne viva” di Merriet Tierce; “Gli anni” di Annie Ernaux; “Ognuno potrebbe” di Michele Serra, quindi la programmazione della data degli incontri liberi del gruppo, ogni Lunedì sera alle 20.00 per la discussione della lettura del libro.

La scelta della maggioranza è caduta su ” Il silenzio del lottatore” della Milone, edito da Minum Fax.

L’organizzare un gruppo di lettori da parte dei proprietari di Kublai, è da intendersi in quel particolare spirito sodale e sociale che è proprio del modo di lavorare a contatto con l’editoria che essi vogliono creare, in un ambiente che non vincoli il lettore ad essere un cliente mercenario, ma semplicemente un appassionato di lettura con la voglia di scambiare quattro chiacchiere, sorseggiando una tisana o bevendo un caffè, o leggendo nella più completa tranquillità il proprio libro preferito, una realtà lontana dal profitto fine a se stesso.

Gli incontri sono aperti a tutti, ognuno può portare le proprie impressioni e il proprio modo di intendere la letteratura, in uno spirito di apertura partecipativa e di entusiastico amore per la lettura.