Concorso Lirico Andrea Chénier: Raffaella Palumbo vince la seconda edizione

0
I vincitori della seconda edizione del Concorso Lirico Internazionale Andrea Chénier

La seconda edizione del Concorso Chénier, dedicato alla più celebre opera di Umberto Giordano, è stata vinta dal soprano manfredoniano Raffaella Palumbo

Raffaella Palumbo, soprano manfredoniano, ha conquistato il primo posto al Concorso Lirico Internazionale Andrea Chénier ricevendo il premio offerto dalla Fondazione Musicalia della Fondazione Banca del Monte di Foggia. Il soprano sipontino, oltre al primo posto, si è aggiudicata anche il Premio del Club Lions U. Giordano, che viene attribuito a chi riesce ad offrire la migliore esecuzione di un’aria giordaniana (Raffaella Palumbo ha eseguito Io son nel castello del re, ovvero la difficile aria di Rosalina tratta dal Re di Umberto Giordano).

Il soprano Raffaella Palumbo

Il soprano georgiano Elizaveta Martirosyan  si è aggiudicata il secondo posto ed ha ricevuto il premio offerto dal Club Soroptimist di Foggia. Il baritono coreano Dongyong Noh, invece, ha conquistato il premio del Club Unesco di Foggia. Quarti classificati (ex-aequo), vincitori del premio del Club Lions- Arpi di Foggia, sono stati il soprano italiano Samantha Sapienza (vincitrice anche dell’audizione presso il Macerata Opera Festival Edizione 2017) e il tenore coreano Yonghyun Ryu. Il baritono statunitense Gabriel Wernick si è aggiudicato la frequenza all’Akademie Bel Canto di Wildbad concesso dal direttore artistico Jochen Shönleber.

 

 

La commissione che ha decretato i vincitori di questa edizione è stata composta dal M° Vincenzo De Vivo (direttore artistico della Fondazione Pergolesi Spontini del Teatro Pergolesi di Jesi e del Teatro delle Muse di Ancona), dal M° Gianfranco Stortoni (segretario artistico del Macerata Opera Festival), dal M° Elena Rizzo (Casting Manager del Teatro Petruzzelli di Bari),  dal M° Jochen Shönleber (direttore artistico del Festiva Rossini in Wildbad), dal M° Carmen Battiante (direttore artistico della Fondazione Musicalia) e dal M° Tonino Carai (manager della TCManagement di Milano).

Il baritono Colaianni

La manifestazione si è conclusa sabato 22 aprile, presso l’Auditorium Santa Chiara di Foggia, con la Serata di Gala durante la quale i vincitori si sono esibiti dinanzi ad una platea gremita di appassionati d’opera. Durante la serata, oltre a queste giovani voci, il baritono barese Domenico Colaianni è stato insignito del Premio alla Carriera da parte di Massimiliano Guerrieri (Presidente dell’Associazione Musicale Insieme per la Lirica) e di Angelarosa Ricco (direttore artistico del concorso), entrambi organizzatori e fondatori dell’importante evento. L’esibizione del M° Colaianni è stata salutata con un’autentica standing ovation, per la sua voce calda e un’interpretazione magistrale.

I cantanti accorsi al concorso sono giunti dalla Corea del Sud, Svizzera, Italia, Georgia, Stati Uniti, Bulgaria e dalla Cina. Apprezzamenti alla manifestazione, oltre che da tutti i presenti alla Serata di Gala, sono giunti dai concorrenti, i quali hanno apprezzato la serietà e l’organizzazione del Concorso Lirico Andrea Chénier, in cui si può competere senza ricevere favoritismi.

Massimiliano Guerrieri e Angelarosa Ricco

Questo il commento del Presidente Massimiliano Guerrieri: ”Anche quest’anno, nonostante i tanti sforzi, io e il direttore artistico, Angelarosa Ricco, siamo riusciti a creare un evento di grande spessore culturale che ha visto spiccare in vetta alla classifica un talento della nostra terra. Ci auguriamo che il concorso possa divenire per questa terra e per questa città un vero e proprio punto di riferimento, anche a livello mondiale, per tutti i giovani cantanti lirici ”.