Emiliano presidente, ieri il primo Consiglio regionale



0

Ieri la prima seduta del nuovo Consiglio Regionale con Michele Emiliano presidente. Le decisioni già prese e le prospettive di Emiliano

Ieri la seduta di avvio della X legislatura del Consiglio Regionale eletto lo scorso Maggio. Michele Emiliano è diventato presidente della Regione Puglia e, con questo primo banco di prova, ha dovuto presentare il suo Programma di Governo, dando ufficialmente inizio alla nuova attività politica regionale.

Cinquanta consiglieri, trentuno al debutto. La seduta si è aperta con la costituzione dell’Ufficio di presidenza provvisorio e con il giuramento del Presidente della Giunta Regionale Michele Emiliano. Comunicata la composizione della squadra di governo, il presidente ha illustrato le proprie linee programmatiche.

PROGRAMMA DEL GOVERNO REGIONALE def

Neo Presidente del Consiglio Loizzo
Neo Presidente del Consiglio Loizzo

Si è proceduto, poi, all’elezione del nuovo Presidente del Consiglio Regionale. Con 31 voti a favore Mario Loizzo ha guadagnato la carica. 10, invece, i voti a favore della consigliera esponente del Movimento 5 stelle Antonella Laricchia.

Giuseppe Longo de I Popolari (con 24 voti) e Giandiego Gatta di Forza Italia (con 17 voti) sono invece divenuti ieri i vicepresidenti dell’Ufficio di presidenza. Il consiglio regionale ha inoltre eletto i due consiglieri Segretari dell’Ufficio di presidenza, votando a favore di Giuseppe Turco (eletto con la lista La Puglia con Emiliano) e Luigi Morgante (eletto con la lista Movimento politico Schittulli- Area Popolare).

Per quanto riguarda i singoli gruppi, il gruppo Oltre con Fitto ha comunicato già ieri la sua scelta riguardo il capogruppo, individuato in Ignazio Zullo, già capogruppo nella scorsa legislatura. Lo stesso hanno fatto i gruppi delle liste Emiliano Sindaco di Puglia e La Puglia con Emiliano, nominando rispettivamente capigruppo Sabino Zinni e Alfonso Pisicchio.

Consiglio regionaleMario Loizzo ha poi concluso la seduta del Consiglio invitando i singoli gruppi ad eleggere i capigruppo, al fine di indire quanto prima la conferenza dei presidenti e procedere, poi, con il lavoro del Consiglio stesso.

Immediata, già ieri, la reazione del M5S, la cui indignazione si legge nelle pubbliche dichiarazioni della consigliera Antonella Laricchia :“Quando agite così, senza vergogna alcuna, pensate forse di abbatterci, di vincere una prova di forza, invece ciò che fate è rinforzare il nostro consenso, perché buttate via la maschera davanti ai cittadini e ravvivate la motivazione che è in noi, ed è fortissima, quella per cui abbiamo scelto di dedicarci con una dedizione ed un impegno che vi sfiancheranno”.

Leggi anche