Il Festival dei Monti Dauni è una colonna sonora della Capitanata



0
Il soprano Rossana Piccaluga e alcuni membri della Daunia Opera Konzert, orchestra del Festival dei Monti Dauni

Rota, Morricone e John Williams per il concerto d’apertura della XIV edizione del Festival dei Monti Dauni

La winter edition della XIV edizione del Festival dei Monti Dauni, inaugurata lunedì 28 novembre presso l’Auditorium Santa Chiara di Foggia con il concerto della Daunia Opera Konzert (D.O.K.), non poteva aprirsi con un concerto più accattivante.

L’ ensemble, composto da 10 musicisti (archi, pianoforte, clarinetto), è stato diretto dal M° Domenico De Biase, il quale ha proposto un inedito spettacolo, “Classic from Movie”: una carrellata delle più celebri colonne sonore di Nino Rota (dal Padrino ad Amarcord, passando per La dolce vita e Il Gattopardo), Ennio Morricone (Mission, Giù la testa, Per qualche dollaro in più, C’era una volta il West), John Williams (E.T., Guerre stellari, Jurassic Park) e Richard Strauss (l’Introduzione a Così parlò Zarathustra, utilizzata in Odissea nello spazio), alcune delle quali sono state interpretate anche dal soprano Rossana Piccaluga, che ha conquistato il pubblico con la sua arte canora (specie in Mission, visto che il canto  può facilmente sostituirsi all’oboe, suscitando effetti di uguale bellezza).

Il M° De Biase, Luciano Pannese (contrabbasso) e Daniele Miatto (violoncello)
Il M° De Biase, Luciano Pannese (contrabbasso) e Daniele Miatto (violoncello)

Il pubblico ha sempre dimostrato di apprezzare gli arrangiamenti del M° De Biase, direttore attento e scrupoloso, e la scelta delle composizioni eseguite, tributando alla fine di ogni suite applausi fragorosissimi e meritatissimi, considerata anche la bravura dei componenti dell’ensemble, in grado di destreggiarsi abilmente tra la grazia salottiera e un po’ melanconica di un valzer dal Gattopardo di Rota e l’energia delle partiture western di Morricone, che riflettono quel senso di spavalderia tipico delle pellicole per le quali sono state composte.

Un gradito bis – Rossana Piccaluga ha nuovamente interpretato Mission – ha concluso il primo dei quattro appuntamenti che compongono il cartellone di questa winter edition, affidata alla direzione artistica del soprano Mara De Mutiis, che subentra ad Agostino Ruscillo, il quale ha tenuto le redini del festival per ben 13 anni.  Martedì 13 dicembre, sempre all’Auditorium Santa Chiara, il prossimo spettacolo, in cui si esibirà il Quartetto Alkemia, il quale eseguirà le composizioni per quartetto d’archi scritte da Giovanni Sollima.

Leggi anche