Foggia, 21 marzo: primavera della legalità



0

Foggia, 21 marzo: la primavera inizia con Libera “La vostra terra è una meraviglia, siate orgogliosi di essere pugliesi e di essere foggiani”

Oggi 21 marzo, Foggia ha ospitato circa 40.000 persone che hanno preso parte, già dalle ore 8:30 di questa mattina, alla “XXIII Giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” organizzata da Libera.

Alle ore 9 ha avuto inizio la marcia che da piazza Cesare Battisti ha condotto studenti di Foggia e provincia, associazioni, gruppi scout e parenti delle vittime di mafia verso piazza Cavour.

La commemorazione delle vittime, avvenuta con la lettura di oltre 950 nomi, è stata accompagnata da grande attenzione e sensibilità dei presenti. “La vostra terra è una meraviglia, siate orgogliosi di essere pugliesi e di essere foggiani. In questi giorni ho incontrato molti ragazzi: sono meravigliosi!” queste alcune delle parole che don Luigi Ciotti ha pronunciato dal palco della manifestazione, infiammando i cuori dei partecipanti e richiamando, inoltre, ogni cittadino ad essere corresponsabile nella lotta contro le mafie nella quotidianità. “Il problema non sono le mafie, siamo noi!” ha ribadito don Ciotti, sottolineando la necessità di vivere nella verità e rifiutare l’omertà.

Alle 14:30 hanno avuto inizio alcuni seminari di approfondimento sul rapporto tra mafie e territorio, mafie ed economia, mafie d’ambiente e altri, che hanno fornito un ampio sguardo sui vari profili del fenomeno mafioso.

Questa giornata ha rappresentato per la nostra città un’iniezione di energia e speranza. Un primo passo che ha risvegliato le coscienze e che, da domani, dovrà trasformarsi in impegno concreto di cambiamento.

Leggi anche