Foggia Calcio: il punto sul mercato dei satanelli

0
Satanelli
Satanelli

Il mercato dei satanelli non è ancora da considerarsi chiuso. Ancora quattro i ruoli da coprire, ma tutto dipenderà dalle cessioni

A meno di una settimana dalla chiusura del mercato di riparazione, i satanelli sono al lavoro in vista della gara interna di sabato contro il Virtus Francavilla. I rossoneri scenderanno in campo alle ore 20:30. Ma a stretto giro di posta non c’è soltanto la 23′ giornata di campionato.

Il ds Di Bari è al lavoro per completare la rosa a disposizione di mister Stroppa. Tanti gli incontri in agenda, alcuni più importanti di altri. Nella giornata di ieri ha salutato i rossoneri Marti Riverola, per lui destinazione Reggiana a titolo definitivo.

Il mercato entra nella sua fase cruciale, probabilmente quella in cui si registreranno il maggior numero di trattative fino ad ora. Le big del girone C sono quasi tutte “corse ai ripari” con acquisti di spessore. I rossoneri, dal canto loro, sono stati tra i più attivi in questa finestra di mercato, mettendo a segno colpi importanti e di prospettiva. Parliamo degli acquisti del giovane Faber, in prestito dal Danubio e del centrocampista Deli a titolo definitivo dalla Paganese. Stessa situazione per Matteo Di Piazza. L’ex Vicenza si è legato ai rossoneri fino a giugno 2019 e per Figliomeni (biennale anche per l’ex Trapani)Satanelli

In uscita, oltre al sopracitato Riverola, hanno salutato Foggia anche Padovan (rientrato alla Juventus e girato in prestito al Pordenone) e il giovane Sansone, per lui direzione Manfredonia.

Il mercato dei satanelli non può, tuttavia, considerarsi affatto concluso, nè in entrata nè in uscita. Sull’uscio dello Zaccheria ci sono Letizia (su di lui forte il pressing del Vicenza), Quinto (qualche ammiccamento c’è stato con il Melfi), Coletti (Di Bari sta valutando se ci sono margini per un rinnovo o meno) e Martinelli (anche per lui un timido interessamento del Catania).

Tutte le trattative dei rossoneri

Proprio con il Catania, il Foggia sta valutando l’approdo in rossonero di Russotto (il giocatore gradirebbe l’arrivo a Foggia, ma il Catania pare molto restio a cederlo ad una squadra del proprio girone). Il procuratore del calciatore ha comunque confermato l’interesse, che però al momento non va oltre dall’essere tale. Nella giornata di oggi potrebbe esserci un incontro con l’Akragas, per discutere su un eventuale arrivo in rossonero del terzino sinistro classe ’94 Zanini. La trattativa pare essere ben avviata, e presumibilmente potrebbe essere lui l’esterno di difesa chiesto da Stroppa.

Sembra, inoltre, non essere remota l’ipotesi dell’arrivo di Perticone dal Cesena. Ma il suo approdo è propedeutico all’uscita di uno tra Coletti e Martinelli. Tramontata, (ma ci sentiamo di dire non del tutto), la trattativa con la Carrarese per un ritorno di Floriano. Il calciatore, ricordiamo, è in prestito secco. Tuttavia la squadra toscana non vorrebbe concludere anzitempo il rapporto con il giocatore, diventato ormai tassello fondamentale nell’ecosistema della Carrarese. Sono comunque attesi sviluppi nelle prossime ore.

Stessa sorte dovrebbe toccare alla trattativa con il Messina per Milinkovic, anche se nelle ultime ore pare esserci stato un forte riavvicinamento tra le parti, soprattutto alla luce della situazione societaria dei peloritani. Inoltre il ds Di Bari sta lavorando anche per rimpinguare l’organico con under di prospettiva, su tutti il giovane attaccante del Bologna Musto. La trattativa pare essere quasi conclusa, ma in questa fase del mercato non sono esclusi colpi di scena.

Sta di fatto che, comunque, i rossoneri sono al lavoro per garantire a mister Stroppa un difensore centrale, un esterno di difesa, un esterno d’attacco e una punta under. Vedremo nelle prossime ore chi la spunterà.