Foggia double-face supera la Reggina: è 3 a 2



0

Foggia-Reggina: due gol di Iemmello e rete di Minotti ribaltano il risultato

Un Foggia dai due volti quello visto allo Zaccheria contro la Reggina. Un 3 a 2 che fondamentalmente serve a ben poco se non a far crescere il rammarico di non aver centrato i play-off, che con la vittoria di Matera e Casertana rimangono, inesorabilmente, distanti sei punti. Una partita che sembra subito incanalarsi per il verso giusto con la rete dopo appena 40 secondi di Iemmello lesto ad infilare in rete la sfera sfuggita dalle mani di Kovacsik su incursione di Agostinone.

Reggina che però non appare per nulla tramortita, anzi. Al 6′ gli amaranto vanno vicini al pareggio con Viola che colpisce il palo, che però arriva al 14′ con  Armellino che in mezza sforbiciata su imbeccata di Insigne infila il sette alla destra di Narciso. Primo tempo che dopo i due gol scorre senza grosse emozioni. Nella ripresa al 52′ però è la Reggina a passare in vantaggio con Viola che parte sul filo del fuori gioco  e dal vertice sinistro dell´area beffa Narciso nell´angolo basso.

De Zerbi corre ai ripari e sostituisce Sainz-Maza, in giornata no e Sicurella con Minotti e D’Allocco. Ed è proprio Minotti che al 76′ conclude dalla distanza e beffa Kovacsik che di responsabilità sul gol ne ha più di una.  Al 79´ altro cambio nelle file del Foggia. Dentro Barraco fuori Cavallaro. E al 89′ si concretizza il contro sorpasso del Foggia con Iemmello che entra in area superando il diretto avversario ed infilando Kovacsik in uscita.

Al termine della gara qualche piccolo focolaio tra gli uomini in campo ma nulla di rilevante, in una gara a tratti scialba e con parecchi errori da entrambe le parti.  In sala stampa mister De Zerbi analizza la gara con i suoi ragazzi che, a suo modo di vedere, hanno avuto qualche difficoltà più che altro legata all’aspetto mentale che fisico. Ma che nonostante tutto ha regalato i tre punti ai rossoneri impegnati settimana prossima nel sentitissimo derby con il Barletta, penultima gara della stagione prima della chiusura del campionato contro la Paganese di nuovo tra le mura amiche.

Leggi anche