Foggia – Juve Stabia 1-1: un pareggio che sta stretto

0

Un pareggio che non basta al Foggia per accorciare sui play-off

Un pareggio che sa di beffa quello tra Foggia e Juve Stabia. Play-off più lontani, nonostante l’ottima prestazione della squadra di De Zerbi e partita che lascia un retrogusto amaro per quanto visto in campo. Gara difficile per i rossoneri in uno scontro che avrebbe potuto permettere al Foggia di accorciare le distanze dal Lecce, sconfitto ieri a Catanzaro. Prima frazione di gara vivace, il Foggia fa la partita e la Juve Stabia cerca di ripartire soprattutto di rimessa.

Al 25’ il match decolla con una punizione ben calibrata da parte di Sarno, che manda la palla a stamparsi sulla traversa. Al 31’ nuova ghiotta chance per il Foggia con una gran conclusione di Iemmello, Pisseri si supera con la palla che si inarca e nello scendere coglie il palo. I rossoneri continuano a premere sull’acceleratore, con la Juve Stabia che getta nella mischia Maiorano al posto di Carrozza.

Al 40′ conclusione di Iemmello che termina non distante dalla porta stabiese. Nella ripresa il filone della partita non cambia, Foggia sempre in avanti e Vespe più abbottonate: al 51’ Sarno si produce in una bella azione personale, penetra in area stabiese, ma conclude debole tra i guanti di Pisseri. La Juve Stabia alza il baricentro della propria azione e comincia a macinare gioco, ma al 69’ il Foggia passa in vantaggio: punizione dai ventidue metri dello spagnolo Sainz-Maza, subentrato nella ripresa al posto di Cavallaro con la palla che si insacca all’altezza del primo palo per l’uno a zero di marca rossonera.

FOGGIAWEB_FOGGIACALCIOAl 72’ la Juve Stabia trova con fortuna il gol del pareggio: scatto sulla sinistra di Nicastro che mette il pallone in mezzo sul quale si avventano sia Potenza che Narciso, che non s’intendono ed il primo insacca di testa la sfera alle spalle del suo portiere per l’incredibile rete dell’uno a uno. Al 77’ il Foggia va nuovamente vicinissimo al gol: Agnelli al cross da destra, testa di Iemmello che mette fuori causa Pisseri ma sulla linea di porta Migliorini sventa, l’azione sfuma con la sfera che scivola sul fondo.

I rossonseri si riversano in attacco, ma sebbene si crei più di una mischia nella sedici metri stabiese, il risultato non cambia. Un pareggio che fa più comodo ai campani, con la squadra di De Zerbi che sicuramente avrebbe meritato di più. Un infortunio quello di Potenza che è costato caro, con i play-off sempre più lontani e la consapevolezza di aver gettato alle ortiche un ulteriore gara che avrebbe quantomeno rinvigorito l’entusiasmo della piazza, che oggi ha risposto presente riempendo lo Zaccheria.

Giovedì altra gara difficile in quel di Matera, con il Foggia che dovrà interpretare il match con la stessa grinta di quest’oggi, nonostante il risultato odierno sia davvero bugiardo.