Foggia Musica Festival: omaggio a Wagner nel concerto finale

0

Grandissimo successo per la VII edizione del Foggia Musica Festival, conclusasi venerdì 22 maggio. Per assistere alla prossima edizione, aspetteremo ottobre 2015

Venerdì 22 maggio, presso la Sala conferenze dell’ASP “Marchese F. De Piccolellis”, si è svolto l’ultimo concerto della settima edizione del Foggia Musica Festival, organizzato dall’Associazione Musicale Bel Canto, presieduta dal M° Davide Longo, con la direzione Artistica della Prof.ssa Maria Gabriella Cianci. L’evento è stato dedicato alla figura di Richard Wagner, in occasione dell’anniversario della nascita. Al concerto hanno preso parte Alessio De Palma, Dottore in Filologia Moderna, il soprano Maria Gabriella Cianci, il pianista Nunzio Aprile e il basso Antonio Perrella.

A fine concerto, dopo scroscianti applausi, Alessio De Palma e Claudia Di Corcia, entrambi Dottori in Filologia Moderna e presentatori di tutte le soirées musicales, sono stati insigniti del Premio Nuovi Talenti Fabbrini.

Il programma della serata conclusiva, particolarmente apprezzato dal numerosissimo pubblico in sala, comprendeva i Wesendonck-Lieder, composti da Wagner per soprano e pianoforte, e le 7 Kompositionen zu Goethes Faust, composte del musicista tedesco per soprano, basso e pianoforte: un programma inedito, mai proposto a Foggia.

I Wesendonck-Lieder, eseguiti dal soprano Maria Gabriella Cianci con l’accompagnamento pianistico di Nunzio Aprile, sono un ciclo di cinque lieder su testo di Mathilde Wesendonck, poetessa dilettante e musa ispiratrice di Wagner.

Questi cinque lieder – Der Engel (L’angelo), Stehe still! (Rimani in silenzio!), Im Treibhaus (Nella serra), Schmerzen (Dolori), Träume (Sogni) – costituiscono uno dei più famosi cicli di lieder di tutto il XIX secolo, insieme a quelli di Schubert e Schumann. Träume è anche popolare come pezzo strumentale ed è inciso da violinisti e orchestre da camera. Due di questi lieder, Im Treibhaus e Träume, sono particolarmente importanti perché presentano temi che si ascolteranno nel Tristan und Isolde, il capolavoro wagneriano riconosciuto da intellettuali e artisti come dramma musicale iniziatore del decadentismo.

Alessio De Palma ha illustrato con maestria la fortuna musicale del mito di Faust, ampiamente celebrato anche da scrittori famosi come Christopher Marlowe, Johann Wolfgang von Goethe e Thomas Mann. Al Faust goethiano si sono ispirati alcuni dei più importanti compositori ottocenteschi e novecenteschi, che hanno scritto sinfonie, opere liriche e lieder ispirandosi al capolavoro di Goethe: Franz Schubert, Hector Berlioz, Charles Gounod, Robert Schumann, Franz Liszt, Richard Wagner, Ferruccio Busoni, Arrigo Boito.

Le 7 Kompositionen zu Goethes Faust, eseguite dal soprano Maria Gabriella Cianci e dal basso Antonio Perrella con l’accompagnamento pianistico di Nunzio Aprile, sono 7 lieder su testo di Goethe che, ricorrendo anche a momenti di grande patetismo, raffigurano alcune scene della Prima parte del Faust: dei 7 lieder, composti dal diciottenne Wagner, si segnala in particolare il canto di Margherita all’arcolaio (Meine Ruh ist hin), un vero capolavoro drammatico, magistralmente interpretato da Maria Gabriella Cianci, una fra le più eminenti personalità artistiche della Capitanata.

Il Foggia Musica Festival riprenderà ad ottobre, continuando a proporre pagine rare e poco conosciute di grandi autori e di autori poco eseguiti.