Fondi, stazione di Fondi: ultima fermata?

0
Fondi
Fondi

A Fondi per scrivere la storia. Rossoneri pronti a festeggiare con un’intera città

Fondi Foggia. Un punto per tornare a sognare. Un punto per la serie B, per scrivere un’altra pagina della storia dei rossoneri. L’ennesima, di sicuro la più bella negli ultimi vent’anni. Si torna a respirare aria di festa in una città ormai assopita, che non aspetta altro che tirare fuori dal frigo uno spumante invecchiato di due decenni. Tante, troppe le delusioni. Tanta la scaramanzia, lo scetticismo, la paura di non farcela.

Spesso abbiamo sognato ad occhi aperti. Altrettanto spesso ci hanno svegliato nel momento più bello. C’è una città che non vede l’ora di indossare il vestito migliore, quello delle occasioni speciali. Tante le bandiere impolverate, tanti i sorrisi pronti ad esplodere. Una squadra, una fede, il rosso e il nero.

Domenica potrebbe essere l’ultimo atto di questo spettacolo rossonero, un melodramma a tinte surreali che dura da 19 anni. C’è una piazza che non aspetta altro che essere riempita, di inghiottire in un abbraccio rossonero la sua gente. C’è una città che vuole svegliarsi con il sorriso domenica, che vuole festeggiare, che vuole lasciare a casa i problemi quotidiani.

L’ultimo atto (forse) prima di avere la matematica certezza di lasciare l’inferno della Lega Pro si chiama Fondi. In migliaia vorrebbero raggiungere la località laziale, ma il campo sportivo della società laziale ne potrà accogliere una minima parte. E allora tutti pronti ad attendere Stroppa e i suoi ragazzi qui a Foggia.

Domenica potrebbe entrare nella storia

Fondi

Domenica non si mangia, domenica si potrebbe festeggiare per una giornata intera ed oltre. Per Foggia, per il Foggia. Per quel piccolo gioiello che abbiamo tra le mani. Per essere orgogliosi di essere foggiani, per un sogno che mai come ora, mai come quest’anno, teniamo stretto con le unghia e con i denti. Un sogno che accarezza un’intera città, un’intera provincia.

Sui balconi svolazzano le prime bandiere rossonere, in barba alla scaramanzia, eterna compagna per questa stagione. I clacson sono pronti a strombazzare per la città, a svegliare i più scettici, a far innamorare chi fino ad ora è rimasto alla finestra. A rendere Foggia un posto meraviglioso. Per un giorno. Per tutto il tempo che ci meritiamo.

IO NON DIMENTICO

CONDIVIDI
Articolo precedenteBox Office: La Top10 dei film più visti a Foggia (13-17 aprile)
Prossimo articolo”Gargano Natour”: scoprire il Gargano facendo trekking

Laureato in Consulente del Lavoro presso l’Università degli Studi di Foggia. Co-fondatore della trasmissione televisiva e web tv Quelli del 18, nonchè presentatore e co-fondatore di Quelli del 18-Missione Radio e Vinyl On Air. Fondatore e gestore della pagina Facebook TFC- TUTTOFOGGIACALCIO, contenitore di approfondimento delle vicende della squadra rossonera. Tecnico multimediale, con abilitazione nel settore del Video Editing, Audio Editing e Multimedia Publishing. Periodo di collaborazione presso l’emittente televisiva Teledauna come opinionista sportivo e collaborazione per la stesura delle principale notizie del telegiornale dell’emittente.