Gianna Fratta in corsa per il Parlamento con Grasso e Boldrini

0
La direttrice d'orchestra Gianna Fratta

La direttrice d’orchestra foggiana dovrebbe correre come capolista alla Camera con Liberi e Uguali, il partito di Pietro Grasso e Laura Boldrini

Le elezioni politiche del 4 marzo sono sempre più vicine e, secondo le prime indiscrezioni, la foggiana Gianna Fratta dovrebbe correre come capolista alla Camera con Liberi e Uguali, il partito di Pietro Grasso e Laura Boldrini, della quale è grande amica. La conferma di ciò proviene dal giuslavorista e dirigente di Liberi e Uguali Marco Barbieri e dall’ex consigliere regionale Pino Lonigro, che ha aderito a Liberi e Uguali (con lui anche il suo intero movimento, Socialismo Dauno).

La direttrice d’orchestra Gianna Fratta

Il movimento socialista, inoltre, ha indicato lo stesso Lonigro in corsa per la Camera e l’avvocato Giulio Scapato (già assessore del Comune di Foggia nell’era Mongelli) in pole per il Senato. Sempre in tema di quote di genere, oltre alla direttrice d’orchestra Gianna Fratta, dovrebbe essere candidata alla Camera (per il collegio uninominale San-Severo Lucera) anche la consigliera comunale sanseverese e pediatra Arcangela De Vivo.

Un’altra donna che potrebbe scendere in campo per Liberi e Uguali è Concetta Notarangelo, trentunenne foggiana membro del Progetto Presidio Caritas. Certa è invece la rinuncia della segretaria Cgil Loredana Olivieri, che ha impegnato le sue energie nella campagna per il No al referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 (criticando al tempo stesso anche il Jobs act e la Buona scuola). Il regolamento della Cgil impone immediate dimissioni dalla carica di segretario, ma l’Olivieri ha deciso di continuare con la sua attività sindacale.