I giovani e il mondo della libera professione



0

L’Università di Foggia si apre al mondo del lavoro: la libera professione del dottore commercialista come prospettiva

La professione del Dottore Commercialista come prospettiva futura per i giovani laureati in Economia Aziendale, il tema del seminario di Venerdi 24 Aprile tenutosi al Dipartimento di Economia dell’Università di Foggia.

Il seminario è stato introdotto dal Dottore Commercialista Nunzio Angiola, Professore ordinario della cattedra di Economia Aziendale dello stesso Dipartimento; l’incontro ha inoltre  visto ospiti il Presidente e Vice Presidente dell’Unione Giovani Commercialisti di Foggia, e il Dott. Nicola Cavallo Consigliere di Amministrazione dell’Università di Foggia e rappresentante dell’Associazione studentesca Area Nuova.

Il Professore Angiola introduce il seminario con un decisivo intervento, concentrando l’attenzione sul concetto di cultura quale complesso delle conoscenze economico- aziendali necessarie per il buon governo delle imprese e la cui mancata conoscenza incrementa lo sviluppo dell’illegalità nel settore.

Se ci fosse cultura aziendale, ci sarebbe maggiore predisposizione alla legalità? E’ il quesito posto dal Professore Angiola.

La realtà infatti, mostra come un’impresa che si muove nella legalità deve sostenere costi maggiori e deve per forza esigere costi di vendita maggiori che la rendono meno competitiva rispetto ad imprese che si muovono nell’illegalità.

L’esigenza di una cultura aziendale è quindi innegabile, per contrastare anche realtà che vedono i soggetti responsabili di emanare leggi in tema fiscale non avere adeguata cultura aziendale, o i processi di aziendalizzazione in ambito pubblico gestiti in modo sbagliato senza badare alle procedure.

La mancata cultura aziendale genera quindi miopia nel settore imprenditoriale, ed è proprio in tale contesto che si inserisce la figura del Dottore Commercialista come consulente delle aziende,  come guida nell’indirizzare l’imprenditore nelle scelte dell’azienda e nello sviluppo di un’adeguata cultura aziendale.

Dello stesso parere è il Presidente dell’Unione Giovani Commercialisti di Foggia, il Dottor Carità che sottolinea però anche un altro aspetto essenziale che deve possedere un buon Dottore Commercialista, ovvero la conoscenza e il rispetto della deontologia, quale rispetto degli interessi ambientali, sociali, amministrativi ma soprattutto rispetto per i propri colleghi.

L’Associazione dell’Unione Giovani Commercialisti di Foggia nasce come sindacato, che porta le istanze dei colleghi all’Agenzia delle Entrate, ma anche quelle dei praticanti, apportando quindi un aiuto tecnico per l’intera categoria.

Infatti l’Associazione si occupa della fase iniziale della professione del Dottore Commercialista, dal praticantato post laurea fino a coprire una fascia di età di 42 anni; rappresenta quindi un veicolo per collegare tutti i colleghi della Provincia ed anche a livello nazionale, al fine di favorire il confronto diretto e non la concorrenza tra gli stessi.

Infine interviene il Consigliere di Amministrazione dell’Università di Foggia, il Dottor Nicola Cavallo, che pone all’attenzione degli ospiti e dei presenti due spunti di riflessione:  la sottovalutazione dello sbocco professionale della libera professione da parte dei giovani, spesso dovuta a false credenze per le quali senza uno studio avviato sia difficile intraprendere la carriera del libero professionista; i tirocini formativi, molto spesso poco formativi, dovuti a volte sia al poco impegno da parte degli studenti che ad un controllo poco adeguato da parte della stessa Università.

Infine il rappresentante dell’Associazione studentesca Area Nuova, sottolinea l’importanza del ruolo dell’Università, che si deve fare promotrice per collegare gli studenti al mondo del lavoro, e questo incontro ne è il perfetto esempio.

Leggi anche