Giove a Pompei: due appuntamenti per presentare l’operetta di Giordano



0

L’Assessorato alla Cultura ha organizzato una guida all’ascolto dell’operetta e un’anteprima mattutina per i ragazzi delle scuole

Si avvicina l’appuntamento con Giove a Pompei (in scena il 5 e 7 maggio al Teatro “Giordano”), la seconda composizione di Umberto Giordano inserita nel cartellone delle celebrazioni dell’Anno Giordaniano, che gode del patrocinio del MIBACT.

Anche l’operetta composta dal grande musicista foggiano sarà preceduta da una guida all’ascolto, programmata per giovedì 4 maggio 2017 alle ore 19, nell’auditorium Santa Chiara, per favorire il coinvolgimento del pubblico e la percezione di tutte le sfumature di musica e di testo, e dall’azione di coinvolgimento culturale del giovane pubblico delle scuole della città, con ”Il Teatro Ha Classe”.

Umberto Giordano

Con la messa in scena attraverso la recitazione, i costumi e la scenografia, che si avvarrà di proiezioni 3D originali, create appositamente, si darà vita ad una rappresentazione che nel corso dei tre atti si evolverà in un crescendo: da una visione descrittiva-filologica dell’inizio, primo atto e parte del secondo, verso una molto più dirompente e vicina ai tumulti culturali degli anni dell’uscita della commedia musicale. Come per la scena, anche i personaggi attraverso la recitazione si evolveranno caricandosi di atteggiamenti via via più meccanici, caricaturali e grotteschi. Queste particolari caratteristiche dell’operetta, ne fanno materiale prezioso per la realizzazione di una articolata e coinvolgente guida all’ascolto.

 

I relatori della Guida all’ascolto sono: il prof. Giovanni Cipriani, il regista Cristian Biasci, lo scenografo Francesco Gorgoglione, la direttrice d’orchestra Gianna Fratta.

Sempre nella logica dell’inclusione, dell’apertura e della condivisione dei contenuti culturali dell’anno giordaniano, anche nel caso di Giove a Pompei, la mattina del 4 maggio, a partire dalle ore 9.30, presso il Teatro Giordano, quasi 400 ragazzi di vari istituti comprensivi di Foggia, parteciperanno alle prove generali dell’operetta nell’ambito del programma de “Il Teatro Ha Classe”.

Un’iniziativa culturale del Comune di Foggia, Assessorato alla Cultura, dedicata alle scuole in cui si sperimenta e valorizza la funzione sociale della cultura e dei luoghi della cultura a Foggia, con lo scopo di avvicinare i giovani foggiani e le scuole al Teatro e alla sua storia, che è la storia di Foggia.

 

Leggi anche