Attentato a Nizza: ritrovato il foggiano Vittorio Di Pietro

0
Vittorio di Pietro
Vittorio di Pietro

Tra i nomi dei dispersi dopo l’attentato di stanotte figurava quello del giovane ingegnere Vittorio Di Pietro. Fortunatamente, poco fa, è stata diffusa la notizia del suo ritrovamento

Questa notte, l’ennesima tragedia ha messo in ginocchio l’umanità. Un altro attentato, altre vittime innocenti. 

La tragedia è avvenuta a Nizza, famosa città della Francia, durante i fuochi d’artificio allestiti in occasione dei festeggiamenti per la festa nazionale francese.

Un momento di gioia e spensieratezza improvvisamente cancellato. C’erano i fuochi d’artificio, la musica e le risate… e poi, più nulla. Mohamed Lahouaiej Bouhlel, un trentunenne franco-tunisino, ha invaso la Promenade Des Anglais, il lungomare cittadino, a bordo di un tir; guidando ad alta velocità, ha iniziato a muoversi a zig zag sulla strada, investendo quanta più gente gli riusciva. La sua folle corsa ha provocato la morte di più di 80 persone e ne ha ferite più di 100. Per fermarlo, la polizia ha cominciato a sparare in direzione del camion, ma si è fermato solo quando quei colpi di pistola hanno colpito lui, lasciandolo ucciso.

Tanti sono ancora i dispersi di questa sciagurata notte, sui social girano hashtag e numeri utili di parenti che cercano senza sosta i loro cari, postando foto, descrizioni e nomi. Tra coloro di cui non si hanno notizie ci sono anche dei nostri connazionali e, fino a qualche minuto fa, si temeva anche per la vita di Vittorio Di Pietro, un ingegnere foggiano trasferitosi a Nizza da poco, del quale non si avevano notizie da questa notte.

Vittorio di Pietro
Vittorio di Pietro

L’appello per il suo ritrovamento era stato lanciato su Twitter dai parenti. Poi, poco fa, la buona notizia: Vittorio è stato ritrovato, è vivo e sta bene.

Un piccolo sospiro di sollievo, in una giornata che, come ormai sta accadendo troppo spesso, ci lascia completamente senza parole.