#NOCURRICULUM – Creatori di opportunità in una nuova economia

0

La rivoluzione del benessere tra passione ed opportunità: l’impresa nel 21° secolo tra vantaggi e sfide per i giovani imprenditori

Quando parliamo di lavoro e di opportunità, nella maggior parte dei casi, si parte con il piede sbagliato, poiché tutto viene detto ma non spiegato, o altrimenti, non tutto viene assimilato in un discorso univoco e tangibile. Non tutti riescono ad accedere ad informazioni corrette che possano aiutare le persone in una scelta consapevole; siamo soggetti a “false occasioni” propinateci quotidianamente. C’è da chiedersi quante di queste rispondano alle reali necessità dell’individuo o alle sue aspirazioni. In questo articolo cercheremo non solo di fare chiarezza sulle nuove frontiere economiche del 21° secolo, ma approfondiremo alcuni contenuti in modo che possano essere intellegibili per chiunque. Come muoversi nelle miriadi di opportunità della nuova economia?

New Economy

Con la definizione di New Economy si fa riferimento alla fase di impetuoso sviluppo legato alla diffusione delle tecnologie informatiche e digitali che interessò l’ultimo scorcio del ventesimo secolo, partendo dagli Stati Uniti e poi estendendosi negli altri paesi industrializzati del mondo. In balia delle tante terminologie ostiche da cui siamo bombardati quotidianamente, ci si chiede come mai si sia creato questo labile confine tra vecchia e nuova economia. Parlando della vecchia economia non si può non menzionare i grandi protagonisti tra cui Henry Ford, Edison, Rockefeller e Carnegie. Questi grandi nomi per accumulare le loro ricchezze e per creare veri e propri imperi hanno impiegato un’intera vita, investendo grandi somme di denaro. C’è da chiedersi se la situazione odierna è ancora questa. E’ opinione diffusa che la costruzione di realtà aziendali profittevoli richieda un cospicuo capitale da investire ad alto tasso di rischio e un gran numero di anni. La realtà dei fatti, però, ci dimostra che esempi come Mark Zuckerberg o Jeff Bezos abbiano creato imperi di comunicazione e di commercio online nel giro di una decina di anni, senza sacrificare enormi somme di denaro e soprattutto tutta la loro vita. Tante sono le sfaccettature delle aziende nella New Economy, ma a fare da minimo comune denominatore è una precisa organizzazione aziendale: il Network.

Network

Cosa si intende realmente per Network? Una buona definizione senza pretesa di scientificità può essere quella di “un sistema composto da soggetti che si relazionano tra loro in modo organizzato e consapevole“. Quindi un Network è solo un sistema telematico o possiamo rapportarlo ad un sistema sociale vicino al nostro? Nuclei familiari, reti sociali, gruppi di lavoro sono tutti esempi di come in realtà la tecnologia abbia reso indispensabile la creazione di Network. Tutti sono in contatto per creare reti di conoscenze e scambio. Scambio inteso non solo come dialogo tra soggetti che interagiscono e si migliorano, ma come base per nuove realtà commerciali. E’ proprio in questo contesto che sta prendendo piede una nuova realtà lavorativa: il Network Marketing.

Network Marketing

Il Network Marketing è un’attività economica in cui una serie di soggetti collaborano nella costruzione e gestione di una rete di consumo e distribuzione di beni e/o servizi, guadagnando in proporzione al fatturato generato dal volume totale degli acquisti. Per essere più chiari si tratta di costruire comunità di persone che generano profitto dal consumo. Com’è possibile tutto ciò? Perché nella realtà del Network Marketing viene meno il flusso della distribuzione tradizionale (punti vendita, pubblicità, magazzini, trasporti e intermediari vari) collegando direttamente il consumatore al produttore e viceversa. In questo modo il budget relativo alla distribuzione viene ripartito tra i partecipanti al Network. In tal senso, la figura del cliente si sovrappone a quella dell’imprenditore; è possibile cioè, per ognuno dei soggetti coinvolti come clienti, costruire la propria rete e in tal modo generare guadagni sempre crescenti. Dal momento che le comunità nell’era digitale non hanno limiti in termini di dimensione, tempo, spazio ed eterogeneità di soggetti coinvolti è possibile ingrandire il proprio Network illimitatamente, coinvolgendo sempre più individui senza distinzione alcuna. E’ così che nascono famiglie, gruppi di amici, gruppi di (s)conosciuti che collaborano per creare uno stile di vita diverso. Infatti, al contrario di un lavoro tradizionale non si scambia tempo con denaro, ma una volta costruita una comunità sufficientemente ampia e solida è possibile limitare l’impegno a sporadiche attività di gestione. Così si coniuga la possibilità di vivere delle proprie passioni senza la preoccupazione di un lavoro a tempo pieno tradizionale. Cosa significa a questo punto creare un’attività di Network Marketing per le persone che non ne sono ancora a conoscenza?

Gente che aiuta altra gente.

Una delle domande più celebrate che ci poniamo è: “Se la nostra vita nel futuro fosse esattamente come quella di oggi, saremmo felici? Ci riterremo soddisfatti?” E’ facile poi arrendersi alle prime difficoltà dell’immaginare e progettare una vita diversa. Perché non provare a fare oggi qualcosa che faccia la differenza domani? “Puoi arrenderti in qualunque momento, perché farlo proprio ora?” direbbe in una citazione sospesa il “padre ricco” di Robert Kiyosaki. Quante cose potremmo fare avendo a disposizione più tempo e denaro? Giovani con i giovani, famiglie che aiutano altre famiglie, tutti insieme a creare un’isola felice, in un mondo che guarda sempre alla crisi, alle guerre, e che strumentalizza la tecnologia per creare disparità e ingiustizie sociali.

La realtà foggiana

Un gruppo di giovani imprenditori è giunto recentemente da Torino con l’idea di sviluppare una forte realtà nel settore anche qui a Foggia e nel Sud Italia in generale, auspicandosi che quante più persone possibili decidano di fare della propria vita qualcosa di Straordinario. Nel prossimo appuntamento con l’attualità procederemo approfondendo i principali dubbi del settore, intervistando direttamente questi professionisti.