Ponte Rivoli: opera completata, ma ancora inaccessibile

0

Appello del Vicepresidente del Consiglio Regionale Giandiego Gatta: “Opere completate, ma ancora chiuso ai mezzi pesanti, si intervenga urgentemente”

Lo scorso 10 marzo 2017, il Comune di Zapponeta aveva comunicato alla Provincia di Foggia la pericolosità del ponte sul Torrente Carapelle. La notizia aveva fatto eco nei programmi di informazione anche la livello nazionale. In data 14 marzo con ordinanza n. 8, la Provincia di Foggia, per motivi di sicurezza, aveva emanato il divieto di transito ai mezzi con massa superiore ai 7,5 tonnellate. Successivamente la stessa provincia di Foggia aveva emanato una nuova ordinanza di divieto di transito, escluso frontisti, residenti, ai mezzi agricoli, carico e scarico, mezzi di soccorso, mezzi di cantiere. Oggi la situazione ha cominciato a destare disagi, come dichiara il Vicepresidente del Consiglio Regionale Giandiego Gatta:I lavori di messa in sicurezza sono stati ultimati, ma il ponte ‘Torre Rivoli’ che collega Manfredonia a Zapponeta non è ancora completamente fruibile per i mezzi pesanti. Così, autotrasportatori, cittadini e pendolari tutti, sono costretti a viaggiare con un incremento di oltre 20 chilometri, percorrendo una strada alternativa. Un gravissimo disagio alla comunità, in ordine al quale ho depositato un’interrogazione diretta al presidente della Giunta regionale e all’assessore regionale alla Mobilità”.

Gatta continua: “Prima del Giro d’Italia il ponte, come è noto, era stato chiuso al traffico per una questione di sicurezza. Poi, a lavori ultimati e in vista della grande manifestazione sportiva, è stato riaperto, però, solo per il passaggio di mezzi con un peso inferiore alle 7,5 tonnellate. Ergo, autotreni e autobus di linea, fino ad oggi, continuano a non poter usufruire dell’infrastruttura, con 30 minuti in aggiunta alla precedente tempistica e percorrendo una strada che, fino a Margherita di Savoia, è pericolosissima e spesso teatro di gravi incidenti. Ciò che chiedo, quindi, al fine di non procurare ulteriori disagi ai cittadini, è di effettuare subito, qualora non sia stato ancora fatto, il collaudo per i mezzi pesanti.” Conclude: “ Chiedo, inoltre, la revoca dell’ordinanza della Provincia di Foggia con cui è stato interdetto il transito. In quest’ottica la Giunta regionale potrebbe a ragione sollecitare l’ente provinciale ad attivarsi per la totale fruibilità del ponte”.