Provincia di Foggia, continuano i sequestri di materiale esplodente

0
Provincia di Foggia, continuano i sequestri di materiale esplodente
Provincia di Foggia, continuano i sequestri di materiale esplodente

Circa 300 kg di materiale esplodente sequestrato tra Foggia, Cerignola, San severo, Apricena e Manfredonia

Continua la stretta delle forze dell’ordine per diffondere la legalità in provincia di Foggia, come avevamo già mostrato precedentemente anche parlando dell’operazione “White Christmas”.

Provincia di Foggia, continuano i sequestri di materiale esplodente
Provincia di Foggia, continuano i sequestri di materiale esplodente

Lo scorso 30 dicembre, in occasione della conferenza stampa di fine anno, il questore ha annunciato i risultati dei servizi straordinari mirati alla prevenzione della vendita illegale di artifici pirotecnici attuati tra il 29 e il 31 dicembre.

Gli interventi sono stati progettati in concerto tra Questura, Commissariati, equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine, pattuglie della Divisione PASI e del Nucleo Artificieri Antisabotaggio della Polizia di Stato (inviato appositamente in Capitanate dalla Questura di Bari).

Nell’anno passato il materiale esplodente sequestrato ammonta ad un totale di 63,700 kg.

Il dettaglio:

Il 29 dicembre, alle 19 circa, gli agenti del commissariato e del Nucleo Artificieri, in seguito ad un controllo effettuato presso un deposito di una ditta di Apricena hanno proceduto al sequestro di 61 bombe carta, 300 petardi e 2000 manufatti esplosivi di varie dimensioni per un peso complessivo di massa attiva di 100 kg. Nello stesso deposito sono stati sequestrati 30 kg di polvere esplosiva detenuta illegalmente perchè non etichettata.

Il 30 dicembre, intorno alle 15.30, a Cerignola, a seguito di  controllo effettuato dagli agenti del commissariato e dal Nucleo Artificieri all’interno di due box ubicati in un autoparco, sono stati rinvenuti materiali esplodenti per un numero complessivo di 127 confezioni di diverse dimensioni di artifici pirotecnici e 27 razzi pirotecnici, con massa attiva di complessivi 30 kg. Il titolare dei locali sottoposti a perquisizione, P. G. cerignolano classe 1968, non è risultato in possesso di licenza di deposito per la vendita di tali prodotti ed è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per commercio abusivo di materie esplodenti e omessa denuncia di materie esplodenti.

Nello stesso giorno, intorno alle 18, a Manfredonia gli agenti del commissariato e del Reparto Prevenzione Crimine hanno proceduto al controllo di una bancarella allestita sulla pubblica via, al termine del quale il soggetto che effettuava la vendita di materiale esplodente, G.A., classe 1985, è stato denunciato in stato di libertà per i reati di fabbricazione o commercio abusivo e omessa denuncia di materie esplodenti. Infatti, sulla bancarella e nell’autovettura dell’uomo, parcheggiata lì davanti, è stato rinvenuto materiale esplodente di vario genere (bombe carta, petardi, batterie di diverso tipo di prodotti pirici), per un totale di 150 kg di massa attiva, venduto illegalmente. Anche l’autovettura e una somma di denaro, provente della vendita illecita, sono stati sottoposti a sequestro.

Foggia il giorno della vigilia di Capodanno, alle 9.30, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e dei Reparti Prevenzione Crimine hanno proceduto al sequestro di 400 confezioni di prodotti pirotecnici di diverso tipo, per un totale di  11 kg. Nello specifico, gli equipaggi hanno controllato due soggetti in Viale della Repubblica che si apprestavano a montare una bancarella. Da accertamenti effettuati, G.S. e S.A. foggiani classe 1984 e 1987, sono risultati sprovvisti della prevista licenza e quindi denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per il reato di commercio abusivo di materie esplodenti.

Questa, come tante altre operazioni delle forze dell’ordine, sono mirate a diffondere un senso di legalità tra i cittadini e a sconfiggere la ramificazione e diffusione delle attività delittuose.