San Giovanni Rotondo ospita la personale di Renato Guttuso

0
Renato Guttuso, Natura morta con telefono e caffettiera 1973
Renato Guttuso, Natura morta con telefono e caffettiera 1973

Renato Guttuso rivive grazie alle 55 opere esposte a San Giovanni Rotondo

L’ex ospedale di Padre Pio a San Giovanni Rotondo ospiterà, presso l’ex Convento delle Suore adoratrici del sangue di Cristo, 55 opere di Renato Guttuso.

Renato Guttuso, Natura morta con telefono e caffettiera 1973
Renato Guttuso, Natura morta con telefono e caffettiera 1973

Dal 17 settembre al 9 ottobre, sarà possibile apprezzare il percorso artistico del Maestro di Bagheria attraverso una selezione di 8 dipinti ad olio su tela, 25 tecniche miste e 22 litografie.

I temi esposti, e cari all’autore, saranno: ritratti, scene di genere, nature morte ed estratti del vivere quotidiano fissati sui vari supporti dall’occhio attento del pittore/politico

Non mancherà la figura femminile, al centro della ricerca artistica del Maestro, ed una singolare natura morta “Natura morta con telefono e caffettiera 1973“, magnetico olio dai toni cupi. Tra le opere definite “minori” si ricordano anche chine, disegni su carta ed i famosi tarocchi.

L’inaugurazione è prevista per sabato 17 settembre alle 18,30, poi la mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 16,00 alle 21,00. Il sabato e la domenica dalle 10,00 alle 13,30 e dalle 16,00 alle 21,00.

Questa occasione, resa possibile grazie al patrocinio del Comune, la partnership di BCC di San Giovanni Rotondo, la Galleria de Bonis e curata da Giuseppe Benvenuto; vuole ripetere il successo della rassegna espositiva tenutasi lo scorso agosto presso la Torre del Ponte a Peschici.