Renzi a Foggia per chiedere:” Ma il Foggia sta vincendo?”

0
renzi

Il presidente del consiglio Renzi a Foggia per promuovere il si al referendum costituzionale, durante il discorso chiede anche informazioni sui rossoneri

Il teatro Umberto Giordano gremito sia all’interno che all’esterno accoglie il presidente del consiglio dei ministri Matteo Renzi, arrivato a Foggia a promuovere il si per il referendum del 4 Dicembre sulla riforma costituzionale. L’evento è stato organizzato dai vertici provinciali del PD presenti ieri alla serata con ospite il premier.

Renzi è arrivato chiedendo subito scusa per essersi presentato in concomitanza con la partita Foggia-Catanzaro, ha poi infatti chiesto il risultato dei rossoneri ed ha anche ricordato i vecchi fasti di mister Zdenek Zeman che fece emozionare l’Italia intera calcistica. Il prima ministro poi evidenzia alcuni dati sui suoi primi 1000 giorni di governo e sottolinea che comunque il vero problema da risolvere è la disoccupazione giovanile, se l’Italia non risolverà questo problema, allora non riuscira ad andare avanti.

renzi2L’ultimo premier in visita a Foggia fu Massimo D’alema in occasione dei tragico crollo di Viale Giotto

Sul referendum Renzi parla delle motivazioni per cui si dovrebbe votare si, la riduzione dei parlamentari, un processo piu snello che non scaturirebbe in un deficit di democrazia, e poi una significativa riduzione dei costi. Il suo esempio è sugli Stati uniti, che con la metà dei nostri parlamentari non soffrono di questo deficit di democrazia. Il “no” ,sottolinea il capo di governo, è rapparesentato da una coalizione poco omogena sostenuta da “Berlusconi e magistratura democratica”, da Vendola e La russa”, per citare degli esempi e far ridere il pubblico.

Matteo Renzi fa un lungo discorso sulle differenze tra Nord e Sud, dicendo come c’è una parte di Nord che cresce piu velocemente della Germania e una parte di Sud che è invece totalmente ferma. Sottolinea come la nuova riforma grazie ad un maggiore centralismo sarebbe da incentivo per far ripartire anche il nostro Sud Italia.

L’ultima visita di un presidente del consiglio del ministri nella nostra città risaliva a ben 17 anni fa, in occasione di quel tragico crollo di Viale Giotto che è ancora una grossa ferita per noi cittadini foggiani. Si trattava quella volta di Massimo D’alema, sposato con una cittadina foggiana.