Rifiuti a Foggia: la raccolta porta a porta per scongiurare l’emergenza



0

Rifiuti a Foggia – Parte la raccolta differenziata in città per attività commerciali, mercati e ambulanti che producono rifiuti umidi. Ma l’emergenza è sempre dietro  l’angolo. Lo denunciano Legambiente e WWF di Foggia

La gestione dei rifiuti a Foggia è argomento quanto mai attuale. L’estate è ufficialmente arrivata, il caldo imperversa nelle strade cittadine ed alla mente si affacciano le solite e desolanti immagini della città in piena emergenza rifiuti. Cassonetti colmi di spazzatura, immondizia sui marciapiedi, mosche e scarafaggi che passeggiano sui marciapiedi.

E l’annuncio di Francesco Morese, Assessore per l’ambiente, ha spazzato via dalla mente queste immagini facendoci tirare un sospiro di sollievo: “Parte la raccolta differenziata. Coinvolte 500 attività in città”.

Poi l’arrivo a Foggia dei bidoncini per la raccolta dei rifiuti organici ha confermato questa importante novità. Certo, come ha sottolineato Morese, si tratta di un primo step verso la differenziata, di una prima importante iniziativa che coinvolge i mercati rionali, gli alimentari, gli ambulanti ed i ristoranti ma presto la raccolta differenziata potrebbe interessare anche le abitazioni. E questo ulteriore step sarebbe auspicabile.

La situazione rifiuti a Foggia, infatti, è tutt’altro che semplice. E’ da un mese che la discarica di Passo Breccioso è chiusa, i lavori di ampliamenti della stessa non sono stati possibili a causa di problemi tecnici ed è sempre da un mese che tutti i rifiuti di Foggia vengono smaltiti nella discarica di Deliceto. Ed è proprio questo il problema. La denuncia arriva dal WWF di Foggia e dal Circolo Legambiente Gaia: la situazione è di grave emergenza perchè la discarica di Deliceto è progettata per accogliere solo i rifiuti dei Monti Dauni.

Rifiuti a Foggia: la raccolta porta a porta per scongiurare l'emergenza
Rifiuti a Foggia: la raccolta porta a porta per scongiurare l’emergenza

L’unica soluzione per risolvere il problema della gestione dei rifiuti a Foggia sarebbe la raccolta differenziata porta a porta. Ogni giorno a Foggia viene prodotta un’enorme quantità di rifiuti, le discariche sono colme ed è impossibile che non si vengano a determinare nuove situazioni di emergenza. Lo hanno sottolineato anche il WWF di Foggia e il Circolo Legambiente Gaia: la raccolta porta a porta dei rifiuti potrebbe essere l’unica risposta al problema. Certo, una soluzione di questo tipo costa di più nel breve periodo ma, quando si parla di rifiuti e di ambiente, bisogna essere lungimiranti.

La raccolta porta a porta, nel lungo periodo, consente di risparmiare molte risorse. Il WWF di Foggia e il Circolo Legambiente Gaia hanno osservato: “La raccolta porta a porta costa di più della raccolta tradizionale, ma i risparmi possibili, grazie alle minori spese di smaltimento e i proventi della vendita dei materiali riciclati (di migliore qualità rispetto a quanto raccolto con le campane), compensano i maggiori costi”.

Senza considerare che dalle strade scomparirebbero quei vecchi cassonetti colmi di immondizia, con conseguente maggiore pulizia di marciapiedi e strade. La raccolta dei rifiuti porta a porta potrebbe dare maggiore lustro alla città in termini di civiltà e di pulizia.

Ora tocca al Sindaco Landella porre le basi per una gestione più consapevole ed efficace dei rifiuti a Foggia. Prima che l’immondizia fagociti, ancora una volta, la città.

Leggi anche