Tempo di bilanci per i Giovani Democratici di Foggia

0
Giovani Democratici Foggia
Giovani Democratici Foggia

I Giovani Democratici di Foggia fanno un bilancio del loro 2015. Tra successi e soddisfazioni, sono pronti a ripartire

“Volge al termine l’anno 2015 e ci prepariamo per dare il benvenuto al 2016 che speriamo porterà a noi tutti soddisfazioni e serenità. Nell’augurarvi, quindi, un buon anno abbiamo pensato di ripercorrere insieme con voi il lavoro svolto negli ultimi dodici mesi.” Così salutano il 2015 i Giovani Democratici di Foggia che, in una nota stampa, decidono di fare un bilancio dell’anno appena conclusosi e di raccontare i propositi per il 2016.

“Ovviamente le attività del 2015 sono state in continuità con quelle dell’anno precedente, dando come piacevole risultato la concretizzazione delle domeniche passate in Corso Vittorio Emanuele II. Il nostro obiettivo era raggiungere un numero di firme quanto più alto possibile in modo da far arrivare da Foggia una voce forte che, unita a quella degli altri Comuni della Capitanata e di altre Province, ricordasse in Parlamento che tutti i cittadini sono uguali, proponendo, grazie al lavoro dell’Onorevole Leonardo Impegno, che “le imprese di assicurazione sono tenute a riconoscere sia in sede di rinnovo che di nuovo contratto, anche in assenza di esplicita richiesta dei singoli interessati, l’applicazione del premio più basso previsto sull’intero territorio nazionale da ciascuna compagnia a tutti i contraenti e/o assicurati che non abbiano denunciato sinistri negli ultimi cinque anni.”, in modo da superare una discriminazione territoriale. Il 30 settembre viene approvato alla Camera il ddl Concorrenza che contiene la norma “RC Auto Tariffa Italia”, premiando i cittadini che hanno superato lo scetticismo nei confronti della buona politica e lasciando solo un ultimo passaggio da realizzare prima di far arrivare in porto questa impresa.

Giovani Democratici Foggia
Giovani Democratici Foggia

L’anno che volge al termine è stato contraddistinto dalle elezioni regionali – ricordano i GDche hanno visto la vittoria della coalizione di centro sinistra con l’elezione di Michele Emiliano. I Giovani democratici Foggia hanno preso parte alla realizzazione del programma partecipato, facendosi portatori di questa condivisione di idee nell’ambito dell’iniziativa “Forum dal basso” con la quale, presso il circolo”Martiri di Utøyia” abbiamo cercato di analizzare insieme con gli iscritti e i simpatizzanti quali proposte potessero confluire nel programma per le elezioni, aggiungendo il nostro contributo a quello degli altri circoli della Capitanata all’interno della campagna “La Puglia è un’opera bellissima – completiamola insieme!”.

La campagna elettorale per le elezioni regionali ha anche visto la nostra forte e convinta adesione al manifesto “Il futuro merita coraggio” con il quale, al netto di una serie di riflessioni, veniva richiesto l’inserimento, all’interno della lista dei candidati a consiglieri regionali per il Pd del nostro Segretario provinciale Francesco Di Noia, ragazzo brillante e persona straordinaria. Non siamo riusciti a vincere questa battaglia ma siamo certi che ci abbia reso più uniti e più forti e che abbia reso Francesco, al quale siamo certi che il destino riserverà grandissime soddisfazioni, ancora più capace.

Abbiamo continuato a manifestare il nostro interesse e la nostra piena partecipazione alle vicende della Biblioteca Provinciale “La Magna Capitana”, sia richiedendo maggiore chiarezza sulla divisione delle funzioni in seguito alla abolizione delle Province, sia chiedendo con tutti i Gd di Capitanata al Presidente Emiliano, di mettere in cima all’attività di governo la messa in sicurezza della Biblioteca stessa, punta di diamante del territorio, dalla quale ripartire per il rilancio della città e della provincia.

La partecipazione e il rispetto delle regole sono punti imprescindibili che ci muovono nelle nostre vite e nella nostra attività politica, al punto da farci proporre anche a Foggia il modello romano “Multe Social” che, forte della partecipazione sui social, consentirebbe un maggior controllo del territorio, consentendo ai cittadini non di sostituirsi alla Polizia Municipale ma di affiancarsi a essa, segnalando infrazioni che poi dovrebbero essere confermate dalla Municipale, portando anche a una maggiore percezione del senso civico. Speriamo che questo capitolo possa concludersi nel 2016 con un’altra vittoria.

Nella lotta per la parità dei diritti abbiamo aderito al Puglia Pride, conclusosi proprio a Foggia e auspichiamo che volga presto a termine con esito positivo la legge per le unioni civili.

Uno dei nostri sogni è una città a misura di tutti in cui qualsiasi elemento che impedisca la sua piena fruizione a tutti i cittadini venga rimosso. In questo intento siamo affiancati da molte associazioni come l’Associazione Radicale “Maria Teresa Di Lascia” con la quale abbiamo collaborato, aderendo alla campagna “Adotta una barriera, vinci l’indifferenza” per l’adozione del PEBA a Foggia, scontrandoci, però, contro una programmazione di fine anno del Comune, nella quale non c’è, purtroppo, ancora una volta traccia del piano di eliminazione delle barriere architettoniche.

Abbiamo poi cominciato a lavorare singolarmente sul tema delle barriere architettoniche, depositando, grazie alla collaborazione dei Consiglieri Comunali Augusto Marasco e Alfonso de Pellegrino che si sono fatti portatori della nostra istanza nonché nostri interlocutori, la richiesta per l’istituzione della Consulta Comunale sulla Disabilità, un organo preposto a suggerire all’Amministrazione Comunale gli interventi da fare al fine di rimuovere le barriere architettoniche. Auspichiamo che su certi temi vengano superate le divergenze dovute a una diversa appartenenza politica e che la Consulta veda presto la luce.

Ancora sull’importante tema delle barriere architettoniche siamo intervenuti sulla situazione del Conservatorio di Musica “U. Giordano”, richiedendo con i Gd di Capitanata che venga installato un ascensore che consenta ai disabili l’accesso ai piani superiori di un punti di eccellenza della nostra Foggia.

Il tema delle infrastrutture è stato anche cuore dell’iniziativa “Vorrei ma non posso: i giovani foggiani e le infrastrutture”, all’interno della Festa de l’Unità, nella quale abbiamo cercato di capire quali sono i limiti del territorio e quali possono essere le possibili soluzioni per risolverli, garantendo una maggiore mobilità a tutti i foggiani, avendo tra i vari ospiti il Comitato “VOLA GINO LISA”.

I Giovani Democratici Foggia hanno, inoltre, continuato la loro attività propositiva nel Forum dei Giovani, insieme con le altre associazione foggiane, cercando di contribuire alla nascita di proposte serie per i giovani della città all’interno di una realtà, quella del Forum, che speriamo possa ricevere maggiore attenzione da parte di questa Amministrazione e di quelle che in futuro seguiranno, diventando interlocutore primario quando si parla di politiche giovanili.

Un anno in cui abbiamo cercato di fare quanto potevamo, concludono – certi che molto si può ancora fare ecco perché invitiamo chiunque, leggendo questo comunicato, si senta rappresentato a contattarci in modo da contribuire alle nostre battaglie, così come speriamo che potremo condividere le nostre tematiche con altre associazioni, al fine di ottenere risultati sempre migliori”.