TERRA inGIUSTA : il lavoro nero in Puglia e le condizioni dei braccianti stranieri



0

Un focus sul mondo del lavoro nero in Puglia e Capitanata: Medu e Flai CGIL Capitanata in prima linea per ribadire l’importanza dell’accoglienza e della dignità del lavoro

Mercoledì 8 luglio alle ore 10.00,  presso la Sala Magna della Camera del Lavoro di Foggia, conferenza stampa di MEDUMedici per i diritti umani– per presentare” TERRA inGIUSTA”, rapporto in cui sono raccolti dati e testimonianze che denunciano  la drammatica attualità delle situazioni di sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura: lavoro nero, sottosalario,capolarato, orario eccessivo di lavoro, mancata tutela della sicurezza e della salute,difficoltà nell’accesso alle cure,situazioni abitative ed igienico sanitarie disastrose.

TERRA inGIUSTA : il lavoro nero in Puglia e le condizioni dei braccianti stranieri
TERRA inGIUSTA : il lavoro nero in Puglia e le condizioni dei braccianti stranieri

Un rapporto basato su un’indagine durata undici mesi e che ha visto protagonista, tra i cinque territori dell’Italia centro meridionale, anche la provincia di Foggia.
Durante la mattinata di lavori, la Flai CGIL di Capitanata presenterà i dati elaborati sulla base degli elenchi anagrafici dell’INPS relativi alle giornate lavorate in agricoltura.

Un’ occasione per “fare quadrato”  e spronare le istituzioni locali, a partire dal nuovo governo regionale, a trovare una soluzione efficace e concreta alla situazione.

Parteciperanno alla conferenza stampa Giulia Anita Bari, coordinatrice del progetto Terra Giusta di Medu; Daniele Calamita segretario generale della Flai **CGIL di Foggia; Concetta Notarangelo,Caritas Progetto Presidio “Io ci sto”; Mimmo Di Gioia, del coordinamento provinciale di Libera – Nomi e Numeri contro le mafie.

Leggi anche