Università degli Studi di Foggia: Laurea Honoris Causa ad Alberto Mieli



0

Conferimento della laurea ad honorem ad Alberto Mieli, un sopravvissuto delle deportazioni naziste

Si è tenuta ieri mattina alle ore 10 presso l’aula magna del Dipartimento di Studi Umanistici il conferimento della laurea Honoris Causa ad Alberto Mieli, un testimone sopravvissuto allo sterminio nazista.

Mieli ha vissuto in prima persona la deportazione e l’internamento nei campi di sterminio nazis

alberto_mieli_1

ti, fu arrestato all’età di 17 anni, portando sulla propria pelle il marchio distintivo dei deportati. Figlio di Umberto e Rosa Moresco, nato a Roma il 22 dicembre 1925,  Alberto Mieli fu arrestato e torturato nella Capitale, nel novembre del 1943 venne arrestato perchè fu trovato in possesso di un francobollo della resistenza e internato nel lager di Auschiwitz-Birkenau.

La dolorosa esperienza di prigionia fa di Mieli un sopravvissuto alla barbarie nazista, inserito anche all’interno del libro di Primo Levi “Se questo è un uomo”. La laurea ad honorem in “Filologia, Letterature e Storia” viene ad essere un risarcimento civile alla dignità calpestata ed un’importante contributo concesso dall’ateneo foggiano, oltre che fortemente voluta anche dall’iniziativa di diversi comuni e scuole della Capitanata, in cui Mieli nel recente passato si è recato per testimoniare l’orrore della Shoah.

E così ad 85 anni a Mieli è stato dato un giusto, umano e nobile riconoscimento, una laurea a chi ha vissuto un capitolo doloroso di quel grande libro che è la storia.

Leggi anche